Punto informatico Network

Contenuto Default

Il sensore CMOS microscopico

13/07/2006
- A cura di
Archivio - Un sensore grande solo pochi millimetri, ideale per applicazioni in campo medico e diagnostico. Senza considerare la possibilità di sfruttare le sue doti in ambito di videosorveglianza...

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

sensore (1) , cmos (1) , microscopico (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4.5 calcolato su 46 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

OV6920 è il sensore ottico più piccolo al mondo. Lo ha realizzato OmniVision Technologies, azienda specializzata nella produzione di macchine fotografiche digitali. Il sensore misura soltanto 1/18 di pollice (ovvero 2,1x2,3 millimetri), e come potete vedere dall'immagine allegata è poco più grande della punta di una matita. Viste le sue dimensioni microscopiche, OV6920 può essere impiegato all'interno di una videocamera di soli 3,2 millimetri di diametro, risultando quindi particolarmente adatto, suggerisce OmniVision, a pratiche mediche di diagnosi e cura che prevedano l'intubazione del paziente o indagini in endoscopia.

01_-_OV6920.jpg

Le dimensioni millimetriche fanno sì che il consumo energetico sia altrettanto ridotto. La tensione necessaria al funzionamento è di 3,3 Volt, e basta la sola presenza di un generatore di clock che "dia il tempo" al sensore perché la circuiteria integrata al suo interno generi un segnale video composito in standard NTSC, visualizzabile direttamente su uno schermo o un sistema VCR compatibile.

Proprio quest'ultima possibilità suggerita nella press release di OmniVision dà adito a speculazioni circa l'impiego del CMOS in ambiti di sorveglianza e controllo. Non è poi molto difficile ipotizzare che una videocam di soli 3 millimetri possa essere l'uovo di Colombo per i soggetti che hanno esigenze da "spioni" e/o controllori, discreti e con occhi invisibili.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 1.55 sec.
    •  | Utenti conn.: 91
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 1.28