Punto informatico Network

HD, hard disk, disco fisso, harddisk, hdd

HD DVD e Blu-ray ancora in ritardo

27/02/2006
- A cura di
Archivio - Le specifiche della nuova protezione AACS, ancora incomplete, causano l'ennesimo ritardo nella telenovela infinita dei nuovi formati ad alta definizione..

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

dvd (1) , blu-ray (1) , hd (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 113 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

I produttori dei dispositivi ancora giurano sull'uscita per Marzo 2006, ma l'ennesimo intoppo alla materializzazione di Blu-ray e HD DVD sul mercato, i vaporware più attivi nelle cronache degli ultimi anni, porta a pensare l'esatto contrario: le specifiche della nuova protezione AACS, diretta discendente del famigerato CSS dei DVD, sono infatti ancora incomplete, vista l'ennesima difficoltà delle parti nel giungere ad un accordo.

01_-_DRM_Madness.gifAdvanced Access Content System (AACS) è sviluppata da un gruppo di aziende che include, tra le altre, Intel, Microsoft, IBM, Toshiba e Sony. In particolare, queste ultime due corporation rappresentano i capofila dei consorzi che spingono i formati ad alta definizione concorrenti per la successione a DVD, ovvero HD DVD e Blu-ray. AACS (che verrà usata su entrambe i formati) è stata pensata per riuscire lì dove CSS ha fallito, impedire cioè il proliferare della pirateria e limitare quanto più possibile le libertà di utilizzo e fruizione da parte dell'utente dei contenuti protetti.

Tra le caratteristiche del nuovo cripto-algoritmo menzioniamo la capacità di permettere, previa autorizzazione ottenuta on-line dal detentore dei diritti, un numero limitato di copie (Mandatory Managed Copy) e la capacità di revocare un set di chiavi di decrittazione eventualmente invalidate dall'azione di hacker white-hat o matematici col pallino della crittografia (ci fa piacere citare, a tal proposito, Nicola Salmoria, premiato e geniale inventore del MAME).

02_-_The_Big_Eye.jpgL'ultimo incontro dello AACS Licensing Administrator, tenuto con lo scopo di risolvere finalmente i rilievi dei concorrenti, si è concluso con un nulla di fatto: da una parte infatti il consorzio Blu-ray, fermamente convinto della necessità di "alzare il tiro" sul fronte delle limitazioni di utilizzo dei dischi protetti (ricordiamo le protezioni aggiuntive ad AACS che questo formato porterà in dote), dall'altra il gruppo di HD DVD che, forte del supporto esplicito dei big dell'informatica, è per un approccio più flessibile alla questione (rif. Blue Light War: Microsoft e Intel supportano HD DVD).

Toshiba, intanto, conferma il piano di uscita dei suoi primi drive HD DVD entro Marzo sul mercato nordamericano: il dispositivo HD-A1 costerà 500 dollari, mentre il modello avanzato XD-XA1 ben 800 dollari. All'inizio, i drive non supporteranno tutte le abilità di interazione proprie del formato, che potranno essere aggiunte attraverso l'aggiornamento del firmware della macchina. Entrambi i player, a tal proposito, disporranno di una connessione Ethernet nativa.

È triste doverlo notare ancora una volta, ma l'ottusità di manager dalle capacità di comprensione limitate supera di molto il senso del ridicolo: parente stretto del già defunto CSS, l'algoritmo AACS è stato già votato come destinato molto probabilmente a fallire nel suo intento nel prossimo futuro. Hacker famosi per la loro insofferenza ai sistemi chiusi e alle libertà digitali negate, inoltre, sono già sul piede di guerra, e non aspettano altro che questi famigerati lettori vengano commercializzati, per cominciare a macinare codice e numeri in direzione della neutralizzazione dell'ennesimo DRM anti-utente (rif. DVD Jon prepara la guerra alla protezione AACS).

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.49 sec.
    •  | Utenti conn.: 113
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.22