Punto informatico Network
Canali
20101115204819_440457516_20101115204812_301891377_HPkrPtTgq1b.png

Messaggi segreti su Facebook

14/06/2013
- A cura di
Internet - Usare il social network per scambiare messaggi criptati all'interno delle foto? Con la steganografia si può. Ecco come usare secretbook, un'estensione ad hoc per Chrome.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

messaggi (1) , segreti (1) , facebook (1) , su (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3 calcolato su 1 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Secretbook è un progetto della Oxford University utilizzabile solo su Facebook e con il browser Google Chrome. Permette di nascondere un testo (massimo 140 caratteri) all'interno di un'immagine e pubblicarla sul social network di Mark Zuckerberg. Naturalmente, solo chi conosce la password può codificare correttamente la foto e leggere il messaggio nascosto al suo interno. Per utilizzare la tecnica della steganografia, così fu chiamata quando gli antichi greci la inventarono per la prima volta, è necessario installare l'apposita estensione per Google Chrome. A questo punto si seleziona una foto abbastanza grande e colorata da permetterci di nascondere il numero di caratteri necessari a comporre l'intero messaggio.

IDEA SEMPLICE E GENIALE

Secretbook ha di base un funzionamento semplice e veloce: il software va a modificare il colore di una serie di pixel all'interno della foto. Se conosciuta dal destinatario, tale modifica permette la lettura del testo che nessun altro sarà in grado di decifrare. Inoltre, la particolarità dell'estensione, sta nel fatto che è stato implementato lo stesso algoritmo utilizzato da Facebook per comprimere e formattare le immagini. Questo fa sì che il messaggio criptato all'interno della fotogra a non venga modificato, perché l'ottimizzazione del codice non è lasciata in mano al social network. Le foto con i messaggi segreti possono essere pubblicati sul proprio profilo, su quello di un amico, su una Fan Page Facebook o su quella di un gruppo.

CI VUOLE LA PASSWORD

Gli utenti ai quali è destinato il messaggio criptato, per poter leggere il contenuto, dovranno anch'essi scaricare e installare l'estensione per Google Chrome. In aggiunta (e non di poco conto), dovranno ovviamente conoscere e digitare la password con cui la foto è stata protetta. Se questa corrisponde a quella inserita nell'immagine, il messaggio viene visualizzato in chiaro. Un bel trucco, non c'è che dire, tanto che sono già in molti a temere che questo sistema possa essere utilizzato da malintenzionati per scopi poco leciti. Che la sicurezza degli utenti Facebook sia a rischio per una piccola estensione e una tecnica che risale addirittura ad oltre 2.000 anni fa?

Clicchiamo qui per aprire la pagina del Web Store Google con il link all'estensione Secretbook. Per scaricarla, clicchiamo sul pulsante +Aggiungi presente in alto a destra. Google Chrome veri cherà se l'estensione sia già installata nel browser.

1.png

Nella  finestra che si apre clicchiamo sul pulsante Aggiungi per completare il download e procedere con l'installazione. La procedura richiede pochi secondi. Al termine, una  finestra di pop-up ci segnala il completamento dell'installazione. Possiamo ora usare l'estensione all'interno di Facebook.

2.png

Il funzionamento di Secretbook è molto semplice. Entriamo nel nostro profilo Facebook e usiamo la combinazione dei tasti Alt+Ctrl+A per aprire la  nestra dell'estensione. Clicchiamo su Scegli file e usiamo la  finestra di selezione per scegliere, dal nostro PC, l'immagine da usare.

3.png

Analizzando il  file grfico, Secretbook determina il numero di caratteri a disposizione per comporre il messaggio segreto. Il numero dipende dalla risoluzione dell'immagine, oltre che dalla varietà di colori. Più l'immagine è grande e varia, più alto sarà il numero di caratteri da usare e comunque, mai superiore a 140.

4.png

Se il messaggio è più lungo rispetto al numero di caratteri a disposizione, occorre cercare una foto più grande e con maggiore varietà di colori. Scarteremo, quindi, i  file di piccole dimensioni, quelli con risoluzioni basse, immagini monocromatiche o contenenti ampie aeree omogenee (ad esempio cielo e mare).

5.png

Se il numero di caratteri a nostra disposizione questa volta è sufficiente, possiamo scrivere il testo all'interno del relativo box, che non permetterà la digitazione di caratteri se sono superiori a quelli previsti. Composto il messaggio, possiamo inserire la password condivisa con gli altri utenti.

6.png

Dopo una piccola elaborazione, Secretbook ci chiederà di salvare sul PC il file dell'immagine che abbiamo criptato e contenente il messaggio segreto. Non ci resta che caricare la foto ottenuta all'interno del nostro profilo Facebook, sulla bacheca di un amico, quella di un gruppo o su una pagina Facebook.

7.png

Gli utenti che hanno accesso all'immagine non devono fare altro che aprirla cliccandoci sopra. Nella tipica  finestra di visualizzazione sarà sufficiente digitare la combinazione di tasti Alt+Ctrl+A e, alla richiesta di inserimento password, digitare quella condivisa per effettuare la decrittazione.

8.png

Se la password corrisponde, Secretbook decifra e visualizza il messaggio segreto. Naturalmente, il sistema non è a prova di bomba e sarà bene prendere sempre delle precauzioni: usare password sufficientemente lunghe e complesse e limitare il più possibile l'accesso e la condivisione all'immagine.

9.png

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 64
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0.05