Punto informatico Network
20130405205017_1733857475_20130405204955_19916326_alienware.PNG

Dell lancia i nuovi Alienware X51 con Ubuntu preinstallato

06/04/2013
- A cura di
Linux & Open Source - Dell ha lanciato sul mercato una nuova serie dei suoi PC desktop dedicati al gaming Alienware X51, dotati del sistema operativo Linux Ubuntu preinstallato, come parte del progetto Sputinik avviato con Canonical.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

dell (1) , ubuntu (1) , alienware (1) , alienware x51 (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 11 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

L'arrivo di Steam per Linux ha sicuramente rivoluzionato il modo d'intendere il videogaming sul Pinguino. Grazie alla piattaforma di casa Valve, infatti, sono iniziati ad approdare sulla piattaforma open source una serie di importanti titoli videoludici (tra cui Team Fortress 2, Serious Sam 3: BFE ed Half-Life) che stanno facendo aumentare in maniera importante l'interesse dell'utenza nei confronti di quest'ultimo.

Questa rinnovata richiesta da parte del mercato nei confronti di Linux sta facendo inoltre cambiare strategie a diverse case produttrici di PC, le quali stanno mostrando sempre più interesse nei confronti del Pinguino.

Una di queste è sicuramente Dell, la quale ha già avviato da un anno a questa parte una collaborazione con Canonical sfociata nel progetto Sputnik, il quale ha portato alla produzione del primo ultrabook di fascia alta targato Ubuntu, l'XPS 13.

Ubuntu Unity Dell Computer.jpg

Proprio nell'ambito di questo progetto la casa americana ha deciso di venire incontro a tutti gli appassionati di videogaming vogliosi di provare Linux, annunciando la disponibilità del sistema operativo Ubuntu preinstallato per una delle sue principali gamme di PC desktop dedicate al videogaming, la Alienware X51.

Alienware-ubuntu.png

I nuovi Alienware X51 Ubuntu Edition, disponibili in quattro configurazioni diverse differenti per caratteristiche e prezzi (si parte dai 599 $ fino ai 1.049 $), consentiranno un'esperienza di gioco con Ubuntu assolutamente impareggiabile, grazie ad un ottimo supporto hardware garantito dalla componentistica perfettamente certificata per la distro di Canonical (come ad esempio le schede video NVIDIA, ottimamente supportate su Linux).

Come si legge appunto dal comunicato rilasciato sul blog ufficiale Dell, la disponibilità di Ubuntu sugli Alienware X51 è stata dettata appunto dalla sempre crescente domanda di PC con Linux adatti all'uso videoludico, e proprio per questo sono stati creati appositamente per garantire un eccellente supporto a Steam ed ai suoi giochi.

Inizialmente disponibili solo per il mercato americano, nei prossimi mesi verranno commercializzati anche nel resto del mondo, Italia compresa.

Considerazioni dell'autore

Il progetto Sputnik, dopo i ritardi iniziali, sta davvero iniziando a dare i suoi primi frutti: è la prima volta che dei PC Alienware, conosciuti in tutto il mondo per le loro eccezionali caratteristiche dedicate al gaming, montano preinstallato Ubuntu, e più in generale una distro Linux.

Gli X51 Ubuntu Edition porteranno sicuramente maggior interesse nei confronti dell'ecosistema del Pinguino e di Ubuntu nello specifico, consentendo inoltre a Steam per Linux di crescere ed aumentare di conseguenza la propria offerta di titoli.

Parliamo inoltre di computer dotati di caratteristiche hardware assolutamente eccellenti: già solo nella versione più economica da 599 $ troviamo un processore Intel Core i3-3220 3.30GHz, 6GB RAM DDR3, scheda video NVIDIA GeForce GTX 645 1GB ed HD SATA da 1TB, specifiche tecniche di assoluto rispetto.

È comunque assolutamente positivo registrare un rinnovato interesse da parte dei principali produttori OEM nei confronti di Ubuntu, soprattutto da parte di una casa che sta pianificando il suo futuro fin da oggi, chissà se magari basandosi sempre maggiormente sui sistemi di casa Canonical.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.2 sec.
    •  | Utenti conn.: 67
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0.05