Punto informatico Network
20090114085906_1745640015_20090114085829_175867701_107.thm.jpg

Project Shield: la risposta "portatile" ad OUYA di NVIDIA

08/01/2013
- A cura di
Videogiochi - NVIDIA ha annunciato ufficialmente la nuova Project Shield, una console portatile Android basata su SoC Tegra 4 in grado di garantire prestazioni eccezionali ed ottima compatibilità con tutti i videogiochi disponibili per il sistema operativo di Google. Il rilascio è previsto per l'anno corrente.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

nvidia (1) , project (1) , shield (1) , ouya (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3 calcolato su 2 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Il 2013 si appresta a diventare a tutti gli effetti l'anno dei videogames. Dopo l'inizio delle spedizioni del Dev Kit di OUYA, la console da tavolo partita da un progetto su Kickstarter basata su Android, e l'annuncio da parte di Valve dello sviluppo di Steam Box, l'anti-console con cuore Linux destinata a lanciare la sfida a Microsoft e Sony sul mercato delle "big" del settore, una terza casa produttrice di appresta ad apparire sulla scena, questa volta con un prodotto non più fisso, ma portatile.

Stiamo parlando di NVIDIA, colosso americano dell'hardware, la quale ha presentato nelle scorse ore un prodotto che ha del rivoluzionario per il target a cui mira: Project Shield, una nuova console portatile basata su Android che punta ad offrire un'eccellente esperienza videoludica grazie alla piena compatibilità con tutti i principali titoli esistenti per tale piattaforma.

Un cuore potente, tutto tra due mani

Project1.png

NVIDIA Project Shield si presenta come un controller non molto differente rispetto a quello esistente per Xbox 360, dotato di tutti i comandi classici di quest'ultimo, con una particolarità molto interessante rappresentata dallo schermo integrato reclinabile da 5 pollici multitouch con risoluzione massima a 720p (1280x720 pixel), oltre ovviamente ai vari comandi integrati per la gestione della console ed alle due uscite audio poste sotto lo schermo.

Sotto il cofano troviamo un complesso hardware del tutto inedito su una console portatile: infatti è presente il nuovissimo SoC NVIDIA Tegra 4, gioiello della casa americana che debutterà nel corso del CES 2013 di Las Vegas dotato di una CPU Quad-Core ed una GPU da ben 72 Core che lascia ben pochi dubbi sulle prestazioni che potrà offrire in ambito videoludico (è già stato infatti testato con successo con titoli del calibro di Need for Speed: Most Wanted, Assasin's Creed 3 ed Hawken).

Il sistema operativo, come già anticipato, è Android 4.1.2 Jelly Bean, il quale sarà compatibile con tutti gli applicativi ed i giochi presenti sul Play Store, oltre ovviamente a quelli scaricabili sul nuovo Tegra Store.

A completo dell'opera troviamo un'uscita HDMI 1.4 compatibile con gli schermi di nuova generazione 4K, una porta micro USB per la connettività, mentre la memoria interna sarà con tutta probabilità di 32GB espandibile tramite microSD.

Project Shield+PC (o Steam Box?): un'accoppiata vincente

La carattestica più interessante di NVIDIA Project Shield, seconda forse solo al chip Tegra 4 integrato, è la possibilità di connettere il device al PC per utilizzarla come semplice controller con schermo integrato per i videogames presenti sul computer, il tutto senza bisogno di nessun hardware aggiuntivo.

NVIDIA-project-shield-07_t.jpg.pagespeed.ce.wScH-HR9CL.jpg

Infatti basterà possedere un PC con almeno un processore Intel Core i5, 4GB di RAM e Windows 7 od 8, oltre ad un router Wi-Fi necessario per il collegamento per poter sfruttare appieno quest'interessantissima funzionalità.

Inoltre, cosa alquanto importante da specificare, è già stata confermata la piena compatibilità con Steam (compresa la modalità Big Picture) e con tutti i titoli presenti su tale store, fatto che lascia presagire uno sviluppo futuro molto intrigante: e se Project Shield fosse compatibile anche con la futura Steam Box, formando un'accoppiata console fissa+portatile assolutamente imbattibile?

A dire la verità, alcune indiscrezioni in tal senso erano già uscite nel recente passato: in un'immagine scattata nella sede Valve, era stato individuato un controller con schermo integrato posizionato davanti ad un monitor, il quale come concept potrebbe proprio ricordare Project Shield. Che si tratti di un prototipo di testing per Steam Box?

Valve_controller_big.jpg

Ovviamente NVIDIA dovrà estendere il supporto anche alla piattaforma GNU/Linux, ma essendo già la console basata su Android non ci dovrebbero essere problemi in tal senso.

Le potenzialità per sfondare nel mercato delle console ci sono tutte assolutamente, si tratta di un prodotto innovativo dalle caratteristiche stupefacenti, unite ad un design ben curato ed alla sicurezza di un sistema operativo come Android.

La possibilità di connettersi al PC poi è assolutamente geniale, in quanto si può sfruttare Project Shield sia come console che come controller avanzato, aumentando di conseguenza il valore del device. Senza contare che se davvero sarà compatibile con Steam Box, formerà un'accoppiata vincente difficilmente contrastabile.

Nell'attesa del lancio ufficiale previsto per metà dell'anno corrente, godetevi il video di presentazione ufficiale:

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2020 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.21 sec.
    •  | Utenti conn.: 32
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0.05