Punto informatico Network
20120407194123_1244711619_20120407194055_2103951506_w8li1.png

Windows 8: già in rete il primo crack per le applicazioni dello Store

28/11/2012
- A cura di
Mondo Windows - Sembrerebbe che un cracker sia riuscito a forzare il sistema d'installazione delle app del Windows Store di 8, riuscendo ad abilitare l'installazione di software a pagamento senza pagare nulla. Il tutto, ovviamente, illegalmente.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , crack (1) , applicazioni (1) , windows 8 (1) , store (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 12 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Una delle più importanti novità introdotte da Windows 8, il nuovo sistema operativo "ibrido" PC-tablet di casa Microsoft, è sicuramente rappresentata dal Windows Store: un marketplace simile a Google Play e Apple Store creato appositamente per l'installazione di apps utilizzabili tramite l'interfaccia Metro.

Ma, come spesso accade per i prodotti della società di Redmond, sembra che tale strumento sia finitò già nel mirino dei cracker di tutto il mondo. Infatti, secondo quanto riportato da BetaNews.com, pare che sia già presente sul web un tool, chiamato Wsservice_crk, che permetterebbe l'installazione di app a pagamento presenti sullo Store in maniera del tutto gratuita (ed ovviamente illegale).

Il funzionamento è il seguente: una volta scaricato l'applicativo che si desidera sbloccare in versione trial, basterebbe avviare il tool per patchare i file dello stesso in modo da aggirare il sistema di verifica dell'attivazione e sbloccarne quindi la release completa.

Windows-store-hacking-600x496.jpg

L'autore avrebbe pubblicato tale crack in data 30 ottobre e avrebbe continuato nelle settimane successive ad aggiornarlo periodicamente, segno che l'attività dietro il software in questione sarebbe pienamente in corso.

Il suo utilizzo però sarebbe al momento altamente rischioso per gli utenti: infatti per bypassare i controlli dello Store vengono modificati diversi file di sistema, compromettendo potenzialmente la stabilità e la sicurezza di Windows. Inoltre le applicazioni sbloccate in questa maniera non possono essere aggiornate alle nuove release, rendendone necessaria la re-installazione e il successivo ri-sblocco.

Microsoft sembra comunque che sia al lavoro per risolvere tale problema, come specificato dalla stessa fonte, ma l'esistenza di un crack di questo genere potrebbe avere conseguenze negative sull'intero ecosistema delle app per Windows 8: gli sviluppatori infatti potrebbero essere scoraggiati dal pubblicare i propri software sullo Store, visto il rischio di compromettere i propri guadagni per colpa di tool come questo.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.22 sec.
    •  | Utenti conn.: 63
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0.01