Punto informatico Network

Contenuto Default

E per i più piccini... Teddyphone!

17/12/2005
- A cura di
Archivio - Dall'Inghilterra arriva "Teddyphone", il cellulare ideato appositamente per i bambini dai quattro anni in su.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

teddyphone (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 180 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

In Inghilterra, un quarto dei bambini tra i sette e i dieci anni possiede un telefono cellulare. Dato che il cervello dei più piccoli assorbe una percentuale di emissioni più alta rispetto a quella degli adulti, gli inglesi, sempre all'avanguardia in campo tecnologico (e non solo), hanno pensato di ideare un cellulare ad hoc per i bambini dai quattro anni in su. Teddyphone.jpg

Si tratta di Teddyphone, un cellulare a forma di orsacchiotto ("Teddy" sta per "teddy bear": orsacchiotto di pezza), studiato appositamente per adattarsi alle esigenze dei bambini e dei loro genitori, che vogliono controllarli a distanza, senza però mettere a repentaglio la loro salute. Teddyphone, infatti, ha un'emissione di onde elettromagnetiche fino a dieci volte inferiore a quella di un normale telefono cellulare.

Il "telefono-orsetto" non ha lo schermo e ha una funzionalità limitata. Esso ha soltanto quattro tasti, che possono essere programmati dai genitori, con la conseguenza che il bambino potrà chiamare solo quattro numeri di telefono preimpostati (oltre a tre numeri per le chiamate di soccorso).

Inoltre i genitori, se interessati, possono far attivare un servizio di localizzazione (kidsOK child locator service), che consente a mamma e papà di inviare all'apparecchio un messaggio e di ricevere in risposta un MMS, contenente la mappa del luogo il cui il bambino si trova in quel dato momento.

Quanto costa? Niente! L'apparecchio è gratuito (per ora...). Si pagano soltanto le chiamate (secondo le tariffe ordinarie) e il costo dei messaggi per il servizio di localizzazione (anch'esso attivato gratuitamente).

Nonostante il parere negativo del presidente della Health Protection Agency, si pensa che quest'anno Babbo Natale regalerà molti Teddyphone ai bambini britannici. E chissà? Forse sarà un successo...

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.28 sec.
    •  | Utenti conn.: 127
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.12