20090715100400_1349696605_20090715100347_1650497966_icon_appstore.png

JailbreakMe 3.0 libera ora anche iPad 2

07/07/2011
- A cura di
Zane.
Telefonia & Palmari - Il celebre sito che consente di effettuare il "Jailbreak" dei dispositivi Apple si presenta in una nuova versione, compatibile ora al 100% anche con la tavoletta digitale più desiderata.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

3.0 (1) , ipad (1) , ora (1) , ipad 2 (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 10 voti

Ad agosto 2010 debuttava on-line il sito jailbreakme.com: una risorsa che consentiva di completare il jailbreak di iPhone e iPod Touch letteralmente con un solo dito.

Ora, dopo alcuni mesi di burrasche legali, gli autori hanno deciso di rilanciare, proponendo la nuova versione del tool

MLIShot_20110706165724.jpg

La principale caratteristica distintiva è costituita dalla compatibilità con iOS 4.3.3, ovvero quella che, attualmente, è l'ultima release disponibile al grande pubblico.

Di conseguenza, JailbreakMe è in grado di sbloccare anche iPad 2, oltre che l'iPad di prima generazione e tutta la gamma di iPhone, "4" compreso.

A rimanere invece invariata è la disarmante semplicità di fondo: stando a quanto riportato, è infatti sufficiente visitare la pagina e toccare lo schermo un paio di volte per ritrovarsi con un apparecchio completamente libero dai vincoli imposti da Apple.

Il sito rende disponibile automaticamente dalla schermata Home anche Cydia, ovvero il distributore di software alternativo ad App Store non approvato dalla casa madre.

Contrariamente a quanto visto l'anno scorso, l'autore ha pubblicato anche alcune risposte alle domande frequenti: oltre a varie rassicurazioni in merito al fatto che, di per sé, JailbreakMe non è in grado di rendere inutilizzabile (brickare) il device e la procedura è completamente reversibile semplicemente ripristinando un backup, lo smanettone alle spalle del progettino non nasconde che il risultato è ottenuto facendo leva su una vulnerabilità inedita di iOS e non ancora corretta.

La medesima strada era stata percorsa già nel 2010, anche se, all'epoca, erano stati gli esperti di sicurezza a scoprirlo.

Considerato che il baco potrebbe essere sfruttato anche per forzare software malevolo sul dispositivo con maggiore facilità, è altamente probabile che l'azienda di Cupertino provveda a rilasciare un update capace di correggere il difetto, e rendere inerte JailbreakMe, nel giro di poche settimane.

Nel frattempo, gli stessi sviluppatori del jailbreak hanno approntato una patch non-ufficiale, scaricabile da Cydia e chiamata PDF Patcher 2 (chiaro segnale di quale sia il componente difettoso). Ironicamente, tali byte sono installabili solamente da chi avesse già provveduto allo sblocco.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.28 sec.
    •  | Utenti conn.: 35
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.17