Punto informatico Network

20090824095431_1729850978_20090824095403_1435902378_startorb.png

Quasi la metà delle installazioni di Windows 7 è 64 bit

12/07/2010
- A cura di
Zane.
Mondo Windows - Il numero di postazioni governate dalla versione a 64 bit di Windows 7 è pari al 46% del totale. La percentuale è esplosa rispetto a Windows XP e Windows Vista.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , bit (1) , windows 7 (1) , installazioni (1) , 64 bit (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 11 voti
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Secondo le cifre diramate dal blog ufficiale, il numero di postazioni dotate di Windows 7 a 64 bit ha raggiunto il 46% del totale di calcolatori in circolazione governati dal sistema operativo Microsoft più recente.

Questo significa che, sebbene il rimanente 54% sia ancora in mano alla controparte a 32 bit, una larga fetta d'utenza sta muovendo senza indugio verso la declinazione superiore.

Si tratta di una chiara rottura rispetto al passato: appena l'11% degli utenti di Windows Vista utilizza infatti una declinazione a 64 bit, percentuale che precipita all'1% quando si sposta l'attenzione su Windows XP.

Come noto, i benefici dei sistemi operativi a 64 bit sono particolarmente evidenti solo nei casi in cui il PC fosse dotato di più di 3.5 GB di memoria (comprensiva di quella presente sulla scheda video): mentre le versioni "x86", ovvero a 32 bit, sono in grado di indirizzare solamente i primi 4 GB di RAM (che divengono in realtà circa 3.5 GB nella pratica), le edizioni "x64" possono sfruttarne senza problemi fino a 192 GB.

D'altro canto, le versioni a 64 bit tendono a risultare anche meno compatibili con i softwarea 32 bit in circolazione, ed in particolar modo con tutte le utility e quei programmi che si leghino a doppio filo al sistema operativo. Un problema che, comunque, si è notevolmente ridotto nel corso degli ultimi anni: anche grazie al crescente interesse verso le nuove piattaforme, gli sviluppatori principali hanno infatti provveduto a rilasciare sempre più spesso compilazioni a 64 bit dei propri prodotti.

Windows 7 è l'ultima versione del sistema operativo Microsoft ad essere rilasciata anche in edizione 32 bit: a partire da Windows 8 infatti, le linea a 64 bit sarà l'unica presente sul mercato.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.25 sec.
    •  | Utenti conn.: 130
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.11