Punto informatico Network

20090303123744_123199522_20090303123720_1442697608_iTunes_spotlight.png

Violati gli account iTunes: spese folli per contenuti... vietnamiti?

05/07/2010
- A cura di
Zane.
Sicurezza - Numerose applicazioni di dubbio interesse mostrano una crescita rapidissima nel volume di vendite. Mentre Apple indaga, si delineano i contorni di una truffa ai danni degli utenti. Cambiare immediatamente la propria password è altamente consigliabile.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

itunes (1) , account (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3.5 calcolato su 6 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Lo sviluppatore indipendente Alex Brie ha segnalato ieri una situazione particolare che si è venuta a creare su iTunes. Improvvisamente, 40 delle 50 applicazioni più vendute nella categoria "libri" di App Store risultano realizzate dallo stesso publisher: uno sconosciuto Thuat Nguyen, responsabile di altrettanti programmi per l'accesso a fumetti in sola lingua vietnamita, apparentemente copie pirata di manga molto popolari quali "Detective Conan" e "Dragon Ball".

Una situazione analoga è ringracciabile nella "top 200" dei libri a pagamento più venduti da iTunes ai clienti statunitensi: alla testa di questa classifica sono presenti e-book particolarmente costosi e non tradotti in inglese.

La situazione, certamente sospetta, ha spinto Brie e gli altri developer alle spalle delle "App" generalmente più acquistate a contattare Apple in merito a quella che pare una truffa in pieno stile.

Per il colosso di Cupertino ha risposto Phillip Schiller, uno dei pesi massimi del gruppo: Apple ha aperto un'indagine formale per capire cosa possa essere successo.

Furto d'identità?

L'ipotesi più accreditata è che un gruppo di cyber-criminali, presumibilmente legati agli sviluppatori vietnamiti che stanno vedendo il contatore degli acquisti girare rapidamente, sia riuscito a carpire le credenziali d'accesso di alcuni accout regolari

Tale scenario è stato confermato da alcune lamentele, probabilmente destinate a moltiplicarsi rapidamente non appena concluso il weekend, immesse in rete da utenti di iTunes. Gli ignari clienti Si sono visti addebitare cifre significative sulla carta di credito per contenuti mai richiesti.

Appare piuttosto improbabile che i cracker abbiano avuto accesso agli account violando i server di Apple. La situazione più quotata è invece quella che vede le credenziali di accesso carpite direttamente agli utenti con azioni di phishing ed altre trappole analoghe.

In attesa di nuovi sviluppi in merito e del responso ufficiale di Apple, la raccomandazione è quella di cambiare immediatamente la password di accesso al proprio account iTunes (a questo indirizzo la procedura completa in italiano) e verificare la lista degli acquisti recenti in cerca di addebiti illegittimi.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.24 sec.
    •  | Utenti conn.: 69
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.11