Punto informatico Network

Contenuto Default

Il Superprocessore Cell impiegato nei sistemi medici e militari

12/07/2005
- A cura di
Archivio - Il nuovo nato dai laboratori di ricerca di IBM si appresta a fornire tutta la sua versatilità e potenza in un vasto numero di ambiti applicativi..

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

cell (1) , militari (1) , superprocessore (1) , medici (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 232 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

01_-_Cell.jpgCell è un microprocessore a 128 bit di nuova concezione basato su un set di istruzioni di tipo VLIW, incentrato quindi sul parallelismo computazionale di unità di calcolo molteplici e indipendenti. Sviluppato da IBM in collaborazione con Sony e Toshiba (qui alleate, ma acerrime nemiche nel settore dei nuovi formati per i supporti ottici del futuro), implementa la bellezza di 8 core SPU distinti, "Synergistic Processing Units" per il processing delle istruzioni coordinate da una unità PE ("Processing Element") nata dalla collaudata architettura PowerPC Corporation americana.

Un po' come succede in un moderno Personal Computer, in cui il processore centrale delega i compiti specifici agli acceleratori grafici (come le GPU delle GeForce che calcolano tutte le varie fasi della renderizzazione su schermo delle complesse scene 3D dei moderni videogiochi) e a quelli sonori (i DSP delle Sound Blaster che aggiungono effetti di spazializzazione e modificazione non presenti nei suoni originali). Un intero PC integrato in un solo processore, insomma...

Sommando la potenza delle SPU e dell'unità di controllo PE, questa nuova meraviglia tecnologica dovrebbe essere in grado di generare, nelle prime versioni clockate a 4 o 5 GHz, qualcosa come poco meno di 300 GFLOPS, cioè trecento miliardi di istruzioni in virgola mobile processati al secondo.

All'inizio, abbiamo sentito parlare di Cell in occasione delle prime indiscrezioni Playstation 3, console di eNnesima generazione che l'anno prossimo rivoluzionerà il mercato dell'home entertainment come e più di quanto hanno fatto le macchine precedenti (PSX e PS2). Ora apprendiamo che IBM, forte di una partnership con Mercury Computer Systems, fornirà unità Cell per implementazioni in ambiti medici e militari. L'accordo prevede la fornitura di Cell per macchine e tecnologie di nuova concezione e per un lungo periodo di tempo.

02_-_MCS.jpg

Forte della versatilità del suo nuovo ritrovato, e del drastico decremento dei costi di produzione offerto dall'implementazione di un microchip con 8 "cervelli pensanti", l'inventrice del Personal Computer sembra tutt'altro che in difficoltà, dopo che Apple ha preferito i chip della "arcinemica" Intel ai suoi PowerPC, e già progetta, dopo l'accordo con MCS, di espandere ulteriormente i campi di applicazione in cui Cell può essere integrato, includendo e non limitandosi a: analisi dei fenomeni sismici, difesa militare, energia e biotecnologia.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 2.29 sec.
    •  | Utenti conn.: 62
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 1.44