Punto informatico Network

20081226175853_163967738_20081226175758_1495029030_sadasd.png

Windows è più sicuro di Mac. Parola di esperto

19/04/2010
- A cura di
Zane.
Sicurezza - "Gli utenti Apple sono ignoranti": un bug-hunter di fama internazionale rilascia dichiarazioni al fulmicotone. Fra le altre, Marc Maiffret sostiene che la sicurezza dei sistemi Mac sia solo apparente.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , sicuro (1) , parola (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4.5 calcolato su 30 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Di "sparate" sulla presunta superiorità ora dei PC, ora dei Mac, ne sentiamo molte ogni giorno. Basta seguire un forum come quello di MegaLab.it per qualche tempo e, prima o poi, ci si imbatte in un scambio di messaggi più o meno pepati fra i sostenitori dell'una o dell'altra fazione.

Quasi sempre però, si tratta più da discorsi "da bar" che non ad un dibattito fra reali esperti del settore. Quando però è un professionista del calibro di Marc Maiffret a esporsi e proporre il proprio punto di vista in merito, potrebbe essere il caso di prestare attenzione.

Maifrett è infatti Chief Security Architet presso la software house FireEye e co-fondatore di eEye Digital Security, un altro gruppo che spesso raggiunge le pagine della stampa specializzata annunciando la scoperta di nuove vulnerabilità.

Con un passato da cracker e la passione per l'hacking innata, si può indubbiamente affermare che il ventinovenne sappia il fatto suo in materia.

Nel corso di una lunga intervista rilasciata a Cnet, Maiffret ha dichiarato senza mezzi termini che la piattaforma per PC Microsoft sia più sicura di quella Apple, adducendo una serie di motivi tecnici e culturali.

Microsoft oggi e ieri

Alcuni anni addietro, ha spiegato il super-esperto, Microsoft tendeva a sottovalutare il problema security, trattandolo unicamente come un aspetto capace di compromettere l'immagine della società. La soluzione, quindi, era quella di rispondere unicamente mediante campagne di marketing. Oggi invece, il colosso propone risposte efficaci anche sotto il profilo tecnico: "Oggi Microsoft è più impegnata di chiunque altro a realizzare software sicuro. Dovrebbero essere il modello di riferimento" ha spiegato l'intervistato.

Maiffrett precisa che si più fare ancora molto, soprattutto per ridurre i tempi di risposta: una patch può richiedere alcuni mesi per arrivare al pubblico, addirittura fino ad un anno dalla segnalazione.

Ciò nonostante, il modello adottato dovrebbe essere preso a riferimento dal settore: "Non sono perfetti, c'è spazio per il miglioramento. Ma stanno facendo assolutamente più di chiunque altro nel settore, direi".

L'attacco ad Adobe e Apple

"Alcune aziende come Adobe sono al punto in cui era Microsoft dieci anni fa", prosegue poi l'esperto, prima di arrivare a rilasciare alcune dichiarazioni alquanto pesanti nei confronti di Apple e dei suoi clienti.

Secondo Maiffret infatti, non solo i prodotti Apple sono più esposti da un punto di vista tecnico, ma anche per il modo in cui la Casa del Mac si pone: "È ancora più preoccupante perché sostengono che i loro prodotti sono più sicuri dei PC, che non è necessario preoccuparsi di virus e dintorni" sostiene lo smanettone, prima di ricordare che, nel corso delle manifestazioni a tema, i software Apple cedono il passo appena dopo poche ore.

L'ex-cracker non risparmia nemmeno le critiche ai clienti dell'azienda: "La comunità Apple è piuttosto ignorante dei rischi che esistono", dichiara spavaldamente mentre sostiene che non si assistono ad un maggior numero d'attacchi semplicemente perché la quota di mercato di Cupertino non è nemmeno lontanamente equiparabile a quella di Microsoft.

Uno dei pochi vantaggi sul fronte ecurity delle piattaforme Mac sarebbe costituito dal sistema UNIX presente alla base di Mac OS X, ovvero qualcosa che Apple ha ereditato, senza però realizzarlo internamente. Anche qui vi sarebbero comunque problemi e difetti di sicurezza, che i ricercatori tendono a non approfondire semplicemente perché a nessuno interessa studiare una fetta di mercato tanto ristretta.

Dichiarazioni che creeranno malumori

L'intervista procede poi con una serie di riflessioni su Operazione Aurora, le nuove tecniche d'aggressione ed altri dettagli sulla vita dello smanettone, ma è indubbio che molti utenti saranno più attirati dalle dichiarazioni in merito alla piattaforma Mac che non dal resto.

D'altro canto, è interessante ricordare che non è la prima volta che un esperto di fama internazionale sostiene che l'ambiente PC sia più sicuro di quello della Mela: già l'anno scorso, poco dopo il Pwn2Own 2009, anche Chris Miller aveva esperesso un punto di vista analogo.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.26 sec.
    •  | Utenti conn.: 93
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.13