Punto informatico Network

20080829212144

Il co-fondatore di Mozilla consiglia Bing

14/12/2009
- A cura di
Zane.
Tecnologia & Attualità - Una dichiarazione poco felice del numero uno di Google in materia di privacy proprio non va giù ad uno dei fondatori di Firefox: "Passate a Bing", è quanto suggerisce senza mezzi termini.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

mozilla (1) , bing (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 134 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Quello di Asa Dotzler è un nome piuttosto conosciuto fra gli appassionati di tecnologia. Dotzler è fra i co-fondatori del progetto Firefox, ed attualmente ricopre una posizione di rilievo all'interno di Mozilla Foundation.

È quindi comprensibile il perché un messaggio postato sul blog personale nel quale invita l'utenza ad abbandonare Google in favore di Bing (il motore di ricerca di Microsoft) abbia innescato un piccolo terremoto.

A scatenare la furia di Dotzler è stata una recente dichiarazione del numero uno di Google, Eric Schmidt, riportata come incipit del post:

Se hai fatto qualcosa che desideri rimanga segreto, probabilmente non avresti dovuto farlo. Se davvero hai bisogno di questo livello di riservatezza, la realtà è che i motori di ricerca, Gooogle incluso, conservano le informazioni per qualche tempo ed è importante ricordare che negli Stati Uniti siamo tutti soggetti al Patriot Act, ed è possibile che tutte quelle informazioni debbano essere consegnate alle autorità

Un punto di vista indubbiamente controverso sul delicatissimo problema della privacy in rete, quindi, soprattutto ricordando che, con il servizio Gmail, Google conserva sui propri server una quantità enorme di e-mail e documenti ad esse allegati.

Opinione che lo sviluppatore Mozilla non ha gradito: "Questo era Eric Schmidt, CEO di Google, che ti diceva esattamente quello che pensa della tua privacy" ha tuonato Dotzler, precisando come non ci sia alcuna abiguità o estrapolazione dal contesto a poter giustificare una dichiarazione tanto netta.

"Qui c'è una estensione che consente di modificare il motore di ricerca di Firefox da Google a Bing", ha proseguito l'infervorato blogger, evidenziando come Bing abbia una politica in materia di dati personali migliore rispetto a quella di Google.

Le conseguenze per Mozilla

Lo sfogo di Dotzler getta le basi per quella che potrebbe essere una lunga polemica, in grado di incrinare i rapporti fra Google e Mozilla.

Come noto infatti, le due aziende lavorano fianco a fianco fin dal 2004: in base agli accordi, Firefox propone Google come motore di ricerca predefinito, ed il motore di ricerca riconosce a Mozilla una parte di quanto percepito dagli inserzionisti pubblicitari.

In caso l'accordo dovesse saltare, sarebbe comunque Mozilla a ricevere il danno più consistente: oltre il 90% del fatturato dell'azienda proviene infatti proprio dalla partnership con Google.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.45 sec.
    •  | Utenti conn.: 78
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.3