Punto informatico Network

20090507233047_1258955168_20090507233023_1812118122_BrowserWar2.png

Il futuro del web è accelerato dall'hardware

27/11/2009
- A cura di
Zane.
Internet - Internet Explorer 9 utilizzerà la GPU per rendere la navigazione su web ancora più veloce. Piani analoghi per Firefox: i benefici sono già testabili con una build preliminare pubblicamente scaricabile. Uno sviluppatore di Chrome si dice "motivato". Per tutti, la tecnologia potrebbe arrivare già l'anno prossimo.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

url (1) , file (1) , torrent (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 100 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Sembra proprio che, nel prossimo futuro, la scheda video sarà una componente importantissima non solo per i videogiocatori più accaniti, ma anche per chi naviga il web.

La prossima generazione dei principali browser web sfrutterà infatti il processore grafico (GPU) in dotazione alle schede video per accelerare il rendering delle pagine, a tutto vantaggio della velocità con la quale i contenuti divengono pronti e visualizzabili a schermo.

Internet Explorer 9

Ad annunciare per prima la novità è stata Microsoft. L'occasione è stata la manifestazione ProfessionalConference Developer svoltasi oltreoceano alcuni giorni addietro.

La tecnologia necessaria verrà implementata in Windows Internet Explorer 9, ovvero la prossima release del browser a corredo del sistema operativo del gruppo.

Get Microsoft Silverlight

Il tutto è reso possibile dalla sostituzione del consueto Graphics Device Interface (GDI) con Direct2D e DirectWrite, due nuovi set di API per la grafica bidimensionale avanzata presentate per la prima volta in Windows 7, e "portata" anche su Windows Vista tramite un update (gli utenti del vetusto Windows XP sono invece esclusi).

Sviluppatori Firefox al lavoro

Mozilla non poteva esimersi dal replicare. Lo sviluppatore Chris Blizzard ha cinguettato: "È interessante che anche noi stiamo implementando il supporto a Direct2D in Firefox allo stesso modo - Scommetto che saremo i primi a concretizzarlo: )".

Non si tratta solo di una provocazione. Il collega Bas Schouten, anch'esso impegnato nello sviluppo di Firefox, ha mostrato i risultati di una versione preliminare del browser dotato del supporto a Direct2D.

I risultati, pur lavorando con un veloce PC dotato di CPU Intel Core i7, sarebbero certamente interessanti:

D2DGDIPerf1.png

Chiunque fosse interessato a provare in prima persona la build, può scaricare il pacchetto partendo da qui.

Google Chrome: ancora più veloce?

Nemmeno Google, che con il proprio Chrome ha stabilito nuovi record velocistici, poteva rimanere estranea alla novità.

Lo sviluppatore Peter Kasting ha aperto una segnalazione circa il lavoro proposto da Schouten, definendolo "motivazionale".

Certo è presto per leggervi l'intenzione di implementare l'accelerazione hardware anche in Chrome, ma è certamente un inizio.

Apple e Opera: nessuna replica

Apple ed Opera Software, le altre due aziende che, con i propri Safari e Opera Browser, completano il quadro dei "big" nel campo dei navigatori web, non hanno rilasciato indicazioni circa i propri piani.

Ciò nonostante, appare evidente che, in caso i tre browser principali dovessero imboccare effettivamente questa strada, anch'esse saranno costrette ad adeguarsi per rimanere competitive.

Verso una rete hardware-accelerata?

Ancora è presto per parlare di date, ma sembra plausibile che i browser GPU-accelerati possano vedere la luce già fra la fine del 2010 e l'inizio dell'anno successivo.

Come forse si ricorderà, non sono solamente i navigatori web a guardare alla GPU come fonte di potenza di calcolo addizionale. Poche settimane addietro, Adobe ha infatti rilasciato una versione preliminare di Flash Player 10.1 che, nonostante la compatibilità ancora limitata, veicola una caratteristica analoga.

Come già ricordato, l'accelerazione hardware porterà i benefici più tangibili soprattutto sui netbook e su tutti gli altri dispositivi con capacità di calcolo limitate. Quanto questa tecnologia possa tradursi in miglioramenti apprezzabili anche al di fuori dei meri benchmark sulle postazioni governate dalla ultime CPU multi-core è invece ancora tutto da confermarsi.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.23 sec.
    •  | Utenti conn.: 80
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.11