Punto informatico Network

Scudo, aggiornamenti, Windows Update, attenzione

Windows Update si blinda

05/02/2005
- A cura di
Zane.
Archivio - Microsoft restringe l'accesso a Windows Update ai soli utenti regolari: fuori i pirati, ma con un tocco di prudenza molto apprezzato dagli esperti.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , windows update (1) , update (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 123 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

La cosa era nell'aria da tempo: Microsoft ha annunciato l'imminente restrizione dei propri servizi di aggiornamento ai soli utenti legittimi.Ms_flag.gif

A partire dai prossimi mesi infatti, il sito Windows Update e le altre funzionalità di aggiornamento richiederanno una verifica della licenza del sistema operativo prima di permettere il download degli update gratuiti: in caso venisse rilevata una copia pirata non sarà possibile accedere a Windows Update o alle pagine di download dei singoli hotfix.

Una volta che il nuovo blocco sarà attivato (si parla dei prossimi giorni per Cina, Repubblica Ceca e Norvegia, metà 2005 per tutti gli altri stati), l'utente dovrà provare la autenticità della propria copia di Windows al primo accesso ai servizi di aggiornamento: l'operazione potrà essere ultimata mediante un tool di scansione automatico, oppure fornendo la propria product-key.

Per non esporre i propri clienti a minacce indirette, Microsoft lascerà comunque attivo per gli utenti "abusivi" il solo servizio di aggiornamento automatico presente in tutte le ultime versioni di Windows.

La concessione è stata particolarmente apprezzata dagli esperti di sicurezza: l'esclusione totale degli utenti illegittimi finirebbe infatti per ripercuotersi pesantemente sulla fruibilità dei servizi, in pincipal modo quelli di rete (si pensi solo ai numerosi end-system tramutati in centrali spara-SPAM da alcuni virus/worm).

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.31 sec.
    •  | Utenti conn.: 115
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.15