Punto informatico Network

Canali
20080829222638

iPhone: Apple reinventa il telefono

22/01/2007
- A cura di
Telefonia & Palmari - Ecco un resoconto di tutto quello che sappiamo riguardo questo magnifico prodotto.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

apple (1) , iphone (1) , telefono (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 395 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

L'introduzione di iPhone ha suscitato un clamore senza precedenti del mondo dei media. Nelle ore successive alla conferenza (keynote), abbiamo assistito ad una rincorsa mai vista di notizie pubblicate e trasmesse su radio e televisioni di tutto il mondo. Persino il nazionale TG1, a pochi minuti dal termine della conferenza, si è interessato alla presentazione parlando dell'iPhone in termini di prodotto rivoluzionario.

iPhone_conf.jpg

Durante il keynote, un po' per motivi di tempo, un po' per motivi di marketing, parecchie curiosità e features sono rimaste nascoste, ma col passare delle ore e dei giorni sono state svelate proprio da Steve Jobs e Phil Schiller nelle varie interviste.

Caratteristiche Tecniche

Proprio come l'ha definito Steve Jobs durante la sua presentazione, questi sono tre differenti prodotti in un unico dispositivo: un iPod widescreen, un telefono rivoluzionario ed un dispositivo Internet mobile senza compromessi.

Queste le specifiche tecniche:

  • Dimensione dello schermo: 3.5 pollici
  • Risoluzione dello schermo: 320 x 480 a 160 dpi
  • Metodo di input: Multi-touch
  • Sistema Operativo: OS X
  • Memoria: 4GB o 8GB
  • GSM: Quad-band (MHz: 850, 900, 1800, 1900)
  • Wireless: Wi-Fi (802.11b/g) + EDGE + Bluetooth 2.0
  • Fotocamera: 2.0 megapixels
  • Batteria: Fino a 5 ore Conversazione / Video / Navigazione e fino a 16 ore di riproduzione Audio
  • Dimensioni: 115 x 61 x 11.6mm
  • Peso: 135 grammi

Prendiamo ora in considerazione le singole parti del rivoluzionario dispositivo made in Cupertino.

Si tenga però presente che, non essendo ancora in commercio il dispositivo in oggetto, quanto segue va letto per lo più in termini di congetture e deduzioni seguite dalle poche dichiarazioni rilasciate in merito; Apple ha precisato che molte altre funzioni approderanno sull'iPhone, e che altre versioni (presumibilmente per i diversi mercati in cui sarà commercializzato, 3G per l'Europa ad esempio) sono in fase di sviluppo.

Immagine predefinita per immagine non trovata durante l'importazione

Interfaccia utente

Ricorrendo alle parole che Steve Jobs ha utilizzato durante il suo discorso, il vero problema con i palmari di oggi, è il metodo di inserimento: alcuni hanno una tastiera quasi completa sul fondo, che ruba decisamente gran parte della superficie allo schermo, costringendo quindi a ridurre le dimensioni dello stesso, gravando sulla sua leggibilità e funzionalità; altri invece sfruttano l'intera superficie anteriore per lo schermo, con la conseguenza che, per "comandare" il sistema, ci si deve ridurre ad utilizzare una stilo...

"Who wants a stylus!? " è stata l'esclamazione sul palco, seguita da una fragorosa risata del pubblico. In effetti, poter comandare un sistema che si annuncia completo e funzionale utilizzando semplicemente una penna, ne riduce assai la sua poliedricità.

Ecco allora che la vera rivoluzione di iPhone porta il nome di Multi-touch: lo stesso concetto dei touchscreen comandati a stilo, esteso però al più versatile utilizzo di due punti di contatto. Tali punti di contatto non sono due stilo, ma il più naturale sistema di input che possediamo, ossia le dita della nostra mano e la possibilità di movimenti (gestures) combinati tra esse; diventa così possibile ingrandire una foto semplicemente "prendendola" per i suoi due angoli opposti e "tirandoli" all'esterno, proprio come faremmo con un elastico, oppure scorrere tra le copertine dei nostri album trascinando il dito sullo schermo come se volessimo far avanzare la ruota di una roulette, e tante altre funzioni naturali.

Pro

Il sistema brevettato Multi-touch permette di usare il display come se fosse una tavoletta grafica, ma con due punti di contatto attivi contemporaneamente; fino ad oggi, infatti, il sistema di contatto nei vari touchscreen era attivo in un solo punto.

Il duplice punto di contatto permette così di scrivere messaggi con due dita, ingrandire e rimpicciolire immagini, pagine web o una mappa, avvicinando o allontanando le dita.

Contro

Anche quella che potrebbe essere la chiave del successo dell'iPhone ha generato un enorme dubbio: l'iPhone è delicato come l'iPod?

Tutti i possessori di iPod sanno molto bene che i graffi sul display e sul retro sono all'ordine del giorno, anche se esistono rimedi più o meno casalinghi per rimuovere i graffi e proteggere l'iPod.

È lecito quindi chiedersi se il prodotto in questione sia affetto da questa "grave piaga".

Apple rassicura i suoi clienti, affermando che il display è costituito da un vetro speciale con trattamento antigraffio di prima qualità e che, per la pulizia, è sufficiente una semplice passata con un panno mobido.

L'affermazione pare confermata dal popolare giornalista dell'autorevole NY Times David Pogue, che, durante il breve test, ha avuto occasione di toccare il display, sporcarlo e pulirlo con una semplice passata della manica della sua maglia.

Le foto

iPhone include un potente software di gestione foto, derivato proprio da iPhoto di Mac OS X; sfruttando appieno la memoria di cui è dotato il dispositivo, è possibile immagazzinare le foto nella libreria interna per poi sincronizzarle con il proprio Mac o PC che sia oppure utilizzarle come allegati nelle email inviate direttamente dall'iPhone.

Inoltre, è inclusa anche una fotocamera da 2 Megapixel, per essere sempre pronti a cogliere qualsiasi istantenea.

Il dispositivo utilizzato per la presentazione di iPhone era chiaramente destinato agli utenti americani, certamente meno avanzati (o assuefatti?!) rispetto a noi per quanto concerne l'utilizzo del cellulare. In effetti, sul loro territorio non è ancora approdato in massa il 3G e servizi come le videochiamate sono pressoché sconosciuti; speriamo quindi che la decisione di non includere una camera nel lato frontale del telefono sia dettata soltanto da strategie di mercato e, dato che manca ancora un anno all'approdo di iPhone in Europa, crediamo che vi sia tutto il tempo necessario per preparare una versione specifica del prodotto, che meglio risponda alle esigenze degli utilizzatori europei.

Pro

La cosa fantastica rispetto alla concorrenza è quella di aver a disposizione un display da 3.5''a 160 punti per pollice per inquadrare. Questo piccolo dettaglio non è cosa da poco. In commercio non esiste nessuna fotocamera con un display di queste dimensioni e questa risoluzione, nemmeno le fotocamere più costose. Scattare foto con un display del genere è una pacchia!

Foto.jpg

Contro

Una cosa che lascia perplessi è la decisione di limitare la risoluzione della fotocamera a soli 2 Megapixel, quando oggigiorno esistono telefonini con lenti Carl Zeiss da 3.2 Megapixel per arrivare addirittura a telefonini con fotocamere da 10 Megapixel.

Dettaglio irrilevante direte voi, effettivamente non si tratta di una fotocamera, ma lo è un po' meno il fatto che non vi sia la presenza di alcun flash: un LED da pochi dollari avrebbe consentito di scattare foto in situazioni di buio e scarsa luminosità. IChat.jpg

Forse proprio perché la rete EDGE, fornita dal carrier statunitense, è troppo lenta (200 Kbit/sec) per supportare la videochiamata, forse perché iChat o Skype avrebbero potuto limitare gli introiti del partner Cingular, la presenza di una fotocamera sul lato anteriore del dispositivo è assente: speriamo che questa lacuna venga colmata.

Ancora una grande perplessità e una domanda senza risposta ufficiale: ma questa fotocamera è in grado di registrare video?

Attualmente parrebbe no. Tuttavia, poiché il modello presentato è ancora in fase di completamento, Apple potrebbe implementare questa funzione prima dell'uscita.

La memoria integrata

Due modelli al lancio, 4GB o 8GB di memoria flash. Pochi cellulari, ad oggi, vantano questa capienza e la concorrenza si propone con prezzi pressoché simili all'iPhone.

Eppure, alcuni ritengono che questo sia un punto non completamente a favore dell'iPhone. Infatti, c'è chi ritiene che sarebbe stato più azzeccato ricorrere alla memoria espandibile. Probabilmente, sarebbe stato meglio avere 1 o 2 gigabyte di memoria fissa per sistema operativo e applicativi, affiancati da uno slot di espansione, per mantenere l'espandibilità del prodotto e per contenere i prezzi di listino.

Ad onor del vero, però, la questione della memoria espandibile tramite slot non è stata affrontata e ad oggi molti cellulari fin dalla fascia media dispongono di questa funzionalità.

La connettività

Questo aspetto è già stato esaminato in un nostro precedente articolo, ma durante il keynote a molti è sfuggito un punto cruciale del passaggio: il supporto alle reti 3G è nella roadmap del prodotto, assieme ad altre interessanti funzionalità future.

Connect.jpg

Il fatto che al lancio non sia specificata alcun tipo di connettività 3G, non risiede solo nella diversità dei mercati. Il 3G è approdato anche in America, ma non in maniera così estesa come in Europa.

Jobs, incalzato da più parti su questa faccenda, ha detto che (per quanto riguarda il prodotto in esame, quello americano) il supporto al HSDPA arriverà non appena la rete avrà una copertura considerevole.

Per quanto riguarda il prodotto destinato all'Europa, noi auspichiamo un supporto all'UMTS immediato fin dal suo lancio.

Il sistema operativo

Apple ha svolto un lavoro eccellente per quanto riguarda il sistema di funzionamento di questo telefonino tramite il touchscreen, ma la notizia più bella per un Mac user è che il sistema operativo di questo gioiello è Mac OS X nella sua ultima versione: Leopard (debitamente ridotto e ridisegnato).

Apple garantisce (come sui Mac tradizionali) il supporto al formato PDF (per la lettura degli allegati email e di file scaricati dalla rete) e la possibilità di esecuzione di applicativi Javascript e Flash in Safari: un po' poco per chi si aspettava un prodotto con velleità da ufficio tascabile, anche se Jobs afferma l'esatto contrario "I don't want people to think of this as a computer" (trad. "Non voglio che la gente pensi che questo sia un computer").

Pro

I pregi di OS X li conosciamo tutti: sicurezza, stabilità e semplicità d'uso. A comandare il dispositivo è una versione ottimizzata e riadattata che, stando alle parole del vicepresidente del marketing mondiale per iPod Greg Joswiak, dovrebbe essere ridotta a meno di 500 megabyte.

Widgetgif.jpg Tra le similitudini con i sistemi per computer possiamo notare Core Image per le animazioni e la grafica dell'interfaccia, iWidgets, il browser Safari e tante altre piccole features.

L'intuitività d'uso sicuramente è il punto su cui si sono concentrati a Cupertino. Ora restano alcune sbavature da limare per rendere il sistema più performante, infatti, pur sfruttando la velocità proverbiale delle memorie flash (e forse un'anticipazione della tecnologia NAND), il sistema appare ancora piuttosto lento in alcuni frangenti.

Contro

In un primo momento, l'entusiasmo scaturito dalla presenza di OS X nell'iPhone ha scatenato la fantasia degli utenti che auspicavano addirittura l'installazione delle stesse utility presenti nei loro Mac, seppur con le dovute modifiche. Purtroppo però, la realtà dei fatti è assai differente.

iPhone sarà un sistema chiuso

StatusBlocked.jpg Apple, dalla viva voce di Steve Jobs, dichiara che è stata fatta una scelta legata al funzionamento garantito ed alla semplicità d'uso del prodotto, piuttosto che alla possibilità di personalizzazione. Viene spontaneo chiedersi il perché di tale affermazione. Molto semplice: Apple non vuole ricevere "accuse" di malfunzionamento del prodotto causato da applicazioni di terze parti, che potrebbero rendere inutilizzabile il telefono al momento di una telefonata, oppure ridurre la durata della batteria, oppure compromettere la rete alla quale si è agganciati.

Insomma, chiusa per ora la porta a applicativi di terze parti, amatoriali e non.

Non vi è traccia nemmeno di alcun gioco su iPhone; forse non sono ancora pronti e probabilmente saranno in vendia sull'iTunes store accanto a quelli per iPod.

Batteria

Non sappiamo effettivamente se i dati dichiarati dalla casa siano precisi, anche perché si è ancora in attesa della dichiarazione di conformità FCC (commissione statunitense sugli apparati di telecomunicazione), tuttavia due cose balzano all'occhio:

  • non si conosce la durata dellla batteria in standby (dato non ancora pervenuto, in quanto il dispositivo è ancora in fase di sviluppo)
  • la batteria non è sostituibile dall'utente (come per l'iPod)

Contro

Oltre la troppo esigua durata della batteria, gravissimo punto debole di questo device è la batteria non rimovibile.

Com'è possibile pensare ad un telefonino con batteria sostituibile solo in un centro assistenza autorizzato?

C'è chi, visto il gravoso uso del telefono, porta sempre con sé una batteria di scorta pronta a sostituire quella scarica. Inoltre, tutti sappiamo quanto durino le batterie dei telefonini: dopo un anno cominciano a perdere colpi, dopo due anni, se si è fortunati, la durata è praticamente dimezzata e al terzo anno stiamo già usando la batteria nuova.

Apple adotta la stessa politica dell'iPod: la batteria sarà sostituibile solo ricorrendo all'assistenza tecnica ufficiale. Cosa piuttosto difficile nel nostro Paese, dato che stiamo ancora aspettando il primo store ufficiale Mela (Centro Commerciale Roma Est) e la diffusione degli Apple Center non è poi così capillare...

Telefonate e SMS

Cingular.jpg La killer app dell'iPhone sarà, secondo Jobs, il modo di usare il telefono.

Durante la conferenza, Jobs fa notare come la gente utilizzi spesso la lista delle chiamate recenti invece che la rubrica, progettata male ed in maniera non funzionale.

Ecco perché iPhone si propone di reinventare il telefono: scorrere la rubrica del dispositivo è infatti uguale a scorrere una rubrica reale, trascinando il dito accanto ai nomi per ricercare in maniera veloce quello che interessa.

Difficile spiegarlo senza guardarlo.

Anche per la parte SMS, la scrittura (tastiera completa QWERTY) e la loro gestione in stile chat (niente più spostamenti tra le cartelle inviati e ricevuti per rileggersi una discussione) è di nuova concezione: qui sembra che l'innovazione lasci un segno piuttosto evidente.

Pro

Stupendo il nuovo modo di scorrere la rubrica, così come i vari elenchi sparsi nel telefono: si ha come l'impressione di far scorrere un rotolo digitale con un semplice colpo del dito.

Contro

A voler cercare il pelo nell'uovo, pare che l'uso del telefono richieda un po' di pratica e che la scrittura di un SMS in una tastiera virtuale così piccola per chi ha le dita leggermente "sopramisura" sia una complicazione non da poco. D'altro canto, tutti i nuovi telefonini ci sembrano un po' complicati, e riguardo alle dimensioni dei pulsanti, non è che i vari Blackberry tanto di moda eccellano sotto questo punto di vista...

iPod

Quando Jobs ha dichiarato che questo era anche il miglior iPod mai prodotto, aveva pienamente ragione.

Touch.jpg

L'accelerometro (uno degli innovativi sensori hardware di cui questo cellulare è dotato), Core Image e Core Animation danno a questo iPhone tutto quello che mancava all'iPod: grazie all'accelerometro, basta ruotare il telefono per cambiare modalità di visualizzazione ed attivare la modalità CoverFlow durante la riproduzione dei brani oppure cambiare modalità di visualizzazione di un video.

Davvero eccezionale, solo questo vale il prezzo di listino.

Altro

Consigliamo di prendere visione dei seguenti link, in cui vengono dimostrate alcune delle fantastiche funzionalità di questo dispositivo.

Pagina successiva
La querelle con Cisco
Pagine
  1. iPhone: Apple reinventa il telefono
  2. La querelle con Cisco
  3. Curiosità

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 3.64 sec.
    •  | Utenti conn.: 90
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 23
    •  | Tempo totale query: 3.52