Punto informatico Network

Canali
20080829215109

Colpaccio hardware? Apple in contatto con Intel

06/06/2005
- A cura di
Tecnologia & Attualità - Dopo Motorola e IBM con i loro PowerPC, Apple sembrerebbe essere in contatto con Intel per la fornitura dei nuovi processori - Update: aspettanto il WWDC 2005..

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

intel (1) , apple (1) , hardware (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 339 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Apple.jpg

Ancora non si sa nulla a riguardo, ma se il Wall Street Journal si "sporca le mani" riportando la notizia che Apple ed Intel sono in contatto, acquisita da due dirigenti delle società, allora un fondo di verità potrebbe esserci: e a confermalo è il salto in borsa (+6%) che le AAPL (azioni Apple) hanno fatto il giorno dopo la pubblicazione sul celebre giornale.

Ripercorrendo la storia, ricordiamo come i primi processori utilizzati sulle macchine Apple furono prodotti da Motorola (ora la divisione Freescale), abbandonata poi vista la lentezza con cui produceva processori di maggiore frequenza, in favore di IBM.Motorola.jpg

La notizia di questi giorni, farebbe pensare ad una "motorolizzazione" anche di IBM: ricordiamo infatti la promessa, purtroppo non confermata, dell'introduzione dei processori G5 a 3.0GHz per l'estate scorsa e le difficoltà da parte di IBM di fornire i processori per i primi iMac G5.

La cosa strana, è che sia Motorola che IBM fornivano ad Apple processori PowerPC, esclusiva appunto delle tre aziende; i contatti con Intel, cosa potrebbero significare? Analizziamo le due ipotesi.

Intel, Mac e CISC

Molto poco probabile che Apple decida di traslare di architettura, soprattutto tenendo a mente la Ibm2.jpgrecente decisione sia di Microsoft, che di Sony e forse anche di Nintendo di utilizzare processori PowerPC per le loro nuove console di gioco: questo conferma l'assoluta superiorità a livello di performance dell'architettura PPC.

Cosa porterebbe Apple a passare a x86?

La domanda è stata posta più e più volte: sicuramente l'utilizzo di Mac OS X sulle piattaforme x86, Intel2.jpgporterebbe il miglior sistema operativo del mondo basato su UNIX nelle case di molti di noi

A mio avviso, però, sarebbe la morte per Apple: è da non dimenticare infatti, che Apple basa i suoi ricavati sull'hardware prodotto, mentre in minima parte i profitti provengono dal software.

Un'altra cosa non è da sottovalutare: la recente introduzione sul mercato del nuovo processore "Cell", sviluppato dall'alleanza Sony, Toshiba e IBM; più volte si è parlato dell'introduzione di questo processore sui futuri Mac: è da prevedere allora l'interessamento di Intel a Cell? Una licenza di produzione?

Le indiscrezioni dell'ultimo minuto, vogliono addirittura che Apple abbia scelto Intel come fornitore per i processori del "long-rumored" TabletPC marchiato con la mela: questo anche grazie alla mancata produzione da parte di IBM del G5 formato "portatile" (infatti tutta la linea portatili Apple è ancora "ferma" al G4).

Intel, Mac e RISC

Più probabile invece, che Apple conceda la licenza di produzione degli attuali processori PowerPC ad Intel, evidentemente non contenta delle logistica offerta da IBM.

Sicuramente una mossa del genere impegnerebbe non poco le fabbriche di Intel, ma se le trattative ci sono, allora è sicuro che Intel abbia fatto i propri conti.

La produzione di PowerPC da parte di Intel, sarebbe una svolta epocale nel mercato dell'hardware e del software, perché tutti sappiamo che da sempre Intel ha collaborato con Microsoft per offrire al big di Redmond una piattaforma creata ad hoc per i propri sistemi operativi; forse AMD spinge troppo su Intel in modo da indurla ad un cambio di rotta ed ad un'allenza con Apple?

Queste sono solo ipotesi di un'appassionato neanche troppo informato sulla materia; una cosa però pare realmente certa: i contatti tra Apple ed Intel.

Pagina successiva
Aspettanto il WWDC 2005
Pagine
  1. Colpaccio hardware? Apple in contatto con Intel
  2. Aspettanto il WWDC 2005

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 1.88 sec.
    •  | Utenti conn.: 80
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 1.44