Punto informatico Network
Canali
20080829214347

Le alternative a Ghost

16/06/2006
- A cura di
Software Applicativo - Il famoso programma Norton ha segnato una svolta nel modo di gestire i backup. Soffermiamoci, nel dettaglio, su alcune soluzioni alternative e gratuite.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

ghost (1) , clonazione (1) , clonare (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 408 voti

DriveImage Xml

È forse uno dei più interessanti programmi freeware disponibili, ma anche questo non è perfetto. Speriamo in miglioramenti futuri.

Messo a confronto con Acronis e Norton ghost, DriveImage Xml si rivela più lento a creare l'immagine del disco e la dimensione finale è più grande.

Acronis impiega 6 minuti e l'immagine finale è di 1,69 GB; Norton Ghost 11 minuti con un'immagine di 1,88 GB; DriveImage 11 minuti, ma con un'immagine di 2,95 GB. Utilizzando l'opzione di compressione, impiega 23 minuti e l'immagine diventa di 1,54 GB.

N.B. Chi utilizza Ghost, Acronis o Drive image non cambi programma; chi non ha alternative può provare ad usare DriveImage Xml che, pur presentando qualche difetto, può funzionare prestandovi un minimo attenzione.

Il programma si può scaricare da questo indirizzo ed è gratutito per tutti gli utenti privati.

Tuttavia, si può aggiungere al MegaLab.it CD Utility, con il plugin scaricabile da questo indirizzo, ed è quindi utilizzabile da tutti quanti si creino il CD.

Questa è la schermata principale del programma

Di_1.jpg

Backup

Selezionate Backup e scegliete il disco o la partizione che volete salvare e poi premete Next.

Di_2.jpg

Parte un Wizard che vi guiderà nelle varie operazioni.

Di_3.jpg

Selezionate la Directory in cui mettere l'immagine del vostro disco; mettete il flag su Compressed per ridurre le dimensioni dei file, e mantenete il flag su Split large files. Qualora vogliate suddividere l'immagine per salvarla su dei CD ROM e conservarla, premete Next

Di_4.jpg

E parte il salvataggio.

Il programma occupa circa 3Mb di RAM durante il salvataggio e anche la CPU non è molto impegnata dal 50 al 70%.

La creazione dell'immagine e del MegaLab.it CD Utility con il plugin vi permette, in caso di problemi al vostro Windows che non si avvia più, di andare a ripristinare l'immagine creata in precedenza, risparmiandovi una sicura reinstallazione.

Non potete ripristinare l'immagine completa nella partizione di sistema con Windows XP avviato. Dovete pertanto agire dal CD-ROM.

Browse

Con questa opzione potete andare a ripescare dall'immagine un file cancellato magari per errore. Selezionate la cartella e il file che avete creato con l'immagine, premete Apri

Di_5.jpg

Attendete qualche secondo che carichi l'immagine, selezionate il file che volete recuperare, quindi premete Extract

Di_6.jpg

Drive to drive

La copia completa del disco può avvenire anche con Windows avviato, l'importante è che sia attivato il servizio di Windows Shadow services (VSS).

Per controllare se è attivo, andate in Pannello di controllo, Strumenti di amministrazione, Servizi, scorrete l'elenco dei servizi sino a quando non trovate il Windows Shadow services e, se è arrestato, lo potete avviare con l'apposito pulsante.

Ho provato la copia alcune volte, e al riavvio con il nuovo hard disk partiva sempre lo scandisk di Windows, correggendo alcuni errori. Quindi il disco si avviava regolarmente.

Tenete chiuse, in ogni caso, tutte le applicazioni e documenti non necessari, in modo da non impegnare eccessivamente la memoria.

Selezionate il disco fisso originale che volete copiare

Di_7.jpg

E poi parte il Wizard di aiuto.

Di_8.jpg

Selezionate il drive destinazione.

Di_9.jpg

Vi vengono mostrate le caratteristiche dei due hard disk

Di_10.jpg

Dovete scrivere, in maiuscolo o minuscolo non importa, la parola che vi viene proposta dopo il type; in questo caso, DISK2#1. A questo punto premete Ok e aspettate la fine delle operazioni.

Di_11.jpg

Se fate la copia del disco da Windows e il vostro hard disk è diviso in partizioni, DriveImage non è in grado di copiare il disco completo, ma prenderà la singola partizione che avete scelto e la ridimensionerà adattandola al nuovo disco. Se in seguito avrete bisogno di creare una nuova partizione, sarà necessario ricorrere a dei programmi come Partition Magic.

Quando la copia viene fatta dal CD di boot, deve trovare già presente nel disco nuovo una partizione dedicata al sistema operativo, identica all'originale. In caso contrario, non sarà in grado di crearla o di ridimensionare il nuovo hard disk.

La copia viene completata, ma il disco non si avvia.

Insomma, la copia del disco è possibile, ma non molto semplice da realizzare.

Pagina successiva
HDClone
Pagina precedente
Le alternative a Ghost

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.36 sec.
    •  | Utenti conn.: 33
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 47
    •  | Tempo totale query: 0.17