Punto informatico Network

Canali
Contenuto Default

Virus: protezione efficace

16/09/2001
- A cura di
Zane.
Sicurezza - Una guida efficace per prevenire il contagio da virus.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

virus (1) , protezione (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 317 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

I virus informatici stanno suscitando un certo allarmismo generale che tende però ad ingigantire il problema: abbiamo voluto quindi preparare questo articolo, da una parte un'utile guida per l'utenza alle prime armi, dall'altra un punto della situazione per sfatare leggende metropolitane e ridimensionare il fenomeno, inquadolo nella giusta prospettiva.

Ultimamente, abbiamo assistito ad una vera e propria invasione di questi "programmi dannosi", dovuta in parte alla fragilità strutturale di Windows ma in parte anche dalla mancata informazione da parte dell'utenza; non solo i neofiti alle prime armi, ma anche (si stenta quasi a crederlo) system administrator di tutto il mondo.

Non lasciamoci spaventare, non contrarre virus è comunque possibilissimo, a patto di adottare qualche semplice norma "igienica". Prima di proseguire però, cerchiamo di capire cosa sia effettivamente un virus.

Un virus informatico non è un frammento di DNA rivestito da un involucro proteico, ma semplicemente un programma, preparato sfruttando una serie di comandi atti a danneggiare il sistema che viene colpito: la gravità

Dei danni può andare dallo scherzoso (ad esempio, una finestrella che ogni tanto visualizza il nome dell'ideatore del virus), al distruttivo (cancellazione totale o parziale dei dati sul vostro disco).

È bene ricordare che, eccezion fatta per un certo "Chernobyl", un virus che circolava nel 1998 e di cui ora si è persa praticamente ogni traccia, un virus non è in grado di danneggiare fisicamente il vostro computer.

Accanto ai virus troviamo poi le cosiddette backdoor, cioè programmi particolari che, se eseguiti, permettono di accedere al vostro computer tramite una rete, sia essa quella del vostro ufficio, sia essa Internet: l'accesso garantito da una backdoor permette, nella maggioranza dei casi, di operare sul vostro computer proprio come se si stesse seduti davanti al vostro monitor.

In qualsiasi forma si manifesti, un virus è sempre un pericolo solo potenziale: nessun virus, infatti, è in grado di attivarsi da solo.

Potete tranquillamente conservare un file infetto sul vostro computer senza temere: non ci credete? Ecco una directory del mio computer, potete notare che contiene molti virus:

Vir01.gif

Il mio computer però non è infetto, semplicemente perché i virus non sono attivati: la grande limitazione dei virus è infatti quella di poter fare danni solo qual'ora vengano aperti come un documento o programma qualsiasi, ovvero con un classico doppio click o in un altro qualsiasi dei modi proposti da Windows. Non lasciatevi

Ingannare dalle false e-mail che possono arrivarvi, questa legge è universalmente valida.

Consci di questo problema, gli ideatori di virus attribuiscono nomi ai file infettanti sempre più invitanti, ad esempio "I Love you", "Anna Kournikova" o l'italianissimo "calendario_Ferilli_2002", proprio per invitare l'utente ad aprire il documento.

Ma come riconoscere un virus? Beh, non è molto semplice, proprio per questo sono nati gli Antivirus, programmi di indubbia utilità che vi permettono di scansionare singoli file o interi dischi: qual'ora vengano rintracciati, il programma vi avvertirà del pericolo, proponendovi di cancellare il file infetto oppure di tentare di correggerlo.

Il miglior modo per prevenire il contagio è proprio quello di far controllare all'Antivirus qualsiasi file arrivi sul nostro disco, sia esso un documento spedito da un collega di lavoro (di qualsiasi tipo, anche un file che sembra un'immagine potrebbe in realtà non esserlo, ma la cosa è piuttosto complessa da spiegare qui, per il momento, fidatevi di me) o l'ultimo aggiornamento per il vostro programma preferito.

Vir02.gif

L'antivirus deve però essere aggiornato regolarmente: come si procede all'aggiornamento e cosa significhi, ne parliamo più diffusamente qui.

Un buon Antivirus è sicuramente uno dei componenti software più importanti (accanto al firewall, naturalmente) ma il prezzo non è proprio dei migliori: un antivirus commerciale di marca può costare oltre le centomila lire, certamente non una follia, ma comunque una spesa notevole per l'utente domestico. Se avete a cuore la sicurezza del vostro computer e dei vostri dati, sono soldi ben spesi, che potrebbero, tra l'altro, prevenirvi spese maggiori, come assistenza tecnica o tempo lavorativo.

Personalmente, uso da molti anni Norton Antivirus, di cui apprezzo la semplicità e la velocità con cui vengono rilasciati gli aggiornamenti, ma anche McAfee VirusScan o Trend Micro PcCillin' sono ottimi: per vedere quale si adatta meglio alle vostre esigenze, potete visitare i siti dei produttori e scaricare una versione di prova, liberamente utilizzabile per 30 giorni.

Pccillin.gif

Mcaffee.gif

Norton.gif

Se proprio non potete sostenere la spesa di un antivirus (ma assicuratevi di non essere realmente in grado), esistono numerose alternative freeware dalle notevoli capacità: fra le numerose che ho provato, sono rimasto piacevolmente impressionato da AntiVir Personal Edition, una piccola applicazione realizzata in Germania che offre una buona protezione a fronte di una spesa nulla.

AntiVir.gif

In conclusione, ricordate che un virus è estremamente pericoloso, ma è come un leone in gabbia, se non aprite voi la porta non può sbranarvi: sta quindi al vostro senso critico mantenere alta la guardia.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.48 sec.
    •  | Utenti conn.: 68
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.27