Punto informatico Network

Contenuto Default

Google e Yahoo! indicizzeranno anche i siti Flash

04/07/2008
- A cura di
Zane.
Archivio - Webmaster Flashati, festeggiate! Ora i vostri portali potranno essere indicizzati dai motori di ricerca. Google già operativa, Yahoo! al lavoro. Solo un big sembra essere stato escluso del tutto...

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

google (1) , flash (1) , yahoo (1) , siti (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 259 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Uno dei primi dettami che vengono inculcati durante i corsi di formazione rivolti a designer e professionisti del web è quello di non utilizzare tecnologia Flash per le parti di sito relative ai contenuti, per il semplice motivo che i crawler impiegati dai motori di ricerca per scandagliare ed indicizzare le pagine web non sono in grado di interpretare tale formato. Flash.png

Da oggi, però, la situazione è destinata a cambiare, per la gioia di tutti gli appassionati di Flash e delle agenzie di marketing, sempre più attratte dalla spettacolarità offerta da questo formato.

Adobe ha infatti annunciato un accordo di collaborazione con Google e Yahoo!, che renderà le animazioni Flash indicizzabili dai due popolari motori: i crawler potranno scandagliare non solo, come avviene in parte oggi, il mero testo statico presente nei file SWF, ma anche quello impiegato da pulsanti, gadget, menu ed altri elementi della navigazione o generato dinamicamente.

Di più: ora gli indici possono interpretare e seguire anche i collegamenti ipertestuali presenti negli oggetti, consentendo così una ancor più accurata indicizzazione dei siti Flash nel proprio insieme.

Non tutti i problemi sono risolti, però: ad esempio, il testo impresso in immagini poi impiegate all'interno dell'animazione non potrà chiaramente essere indicizzato, così come potrebbero essere esclusi dagli indici anche eventuali testi richiamati da procedure Javascript incorporate nell'SWF.

Fuori anche il formato FLV, reso popolare da YouTube: tali oggetti sono infatti meri filmati, e, sebbene sulla carta possano contenere testo sottoforma di meta-data, tali stringhe sono state probabilmente giudicate irrilevanti ai fini dell'indicizzazione.

Google è già a buon punto con lo sviluppo della tecnologia necessaria, ed è già in grado di indicizzare contenuti Flash senza alcuna modifica necessaria da parte del webmaster.

Da Yahoo! invece ancora nessun annuncio, così come non v'è menzione alcuna di un accordo con il Live Search di Microsoft.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.35 sec.
    •  | Utenti conn.: 74
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.22