Punto informatico Network

Contenuto Default

I big dell'informatica uniti all'insegna dei videogame

20/02/2008
- A cura di
Archivio - In avvio un'importante iniziativa promossa dai pesi massimi del settore tecnologico, con l'obiettivo di aumentare l'appetibilità del PC come piattaforma videoludica presso gli sviluppatori. I ricavi, dicono le stime, diminuiscono. Ma forse le stime non centrano completamente il bersaglio...

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

informatica (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 134 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

L'annuncio è atteso in questi giorni, nel corso della Game Developers Conference di San Francisco: Microsoft, Intel, NVIDIA e AMD-ATI hanno intenzione di coalizzarsi in quella che diverrà nota come la PC Gaming Alliance, focalizzata alla salvaguardia del PC come piattaforma videoludica ideale e in grado di attirare gli sviluppatori piuttosto che vederli abbandonare il computer per dedicare i propri sforzi creativi alle console.

Nonostante il PC sia infatti da sempre il portabandiera delle evoluzioni tecnologiche del divertimento interattivo - come la recente acquisizione di AGEIA da parte di NVIDIA dimostra - è innegabile che le caratteristiche tipiche delle home console, ivi incluso un hardware che rimane identico a se stesso nel corso del tempo e senza la necessità di cambiare scheda grafica o processore ogni 6 mesi per stare al passo col mercato e il proprio hobby preferito, rappresentino elementi più che validi per drenare talenti dai PC alle macchine da salotto.

PC Gaming Alliance segue dunque idealmente la stessa linea già adottata da Microsoft con il suo programma Games for Windows, una sorta di bollino identificativo grazie al quale i software certificati dovrebbero garantire caratteristiche come la compatibilità con l'edizione a 64 bit di Windows Vista e una procedura di installazione facile e veloce. La nuova iniziativa dovrebbe garantire un processo di standardizzazione ulteriormente approfondito, risolvendo alcuni di quelli che sono gli attuali problemi del settore tra cui incompatibilità assortite con l'hardware e i sistemi operativi Windows.

PC_vs_console.jpg

I giganti della tecnologia informatica sono preoccupati per la diminuzione di introiti che il settore sta conoscendo, certificata da ricerche come quella di NPD Group seconda la quale i ricavi annui sono scesi dai 970 milioni di dollari del 2006 ai 910,7 milioni del 2007.

Vero è che NPD Group non prende in considerazione importanti sviluppi recenti del mercato videoludico per PC, come l'esplosione del casual gaming fruito direttamente sul web - e di cui chi scrive è grande appassionato e cultore - i ricavi provenienti dalle sottoscrizioni mensili dei titoli multiplayer di maggior successo come World of Warcraft (recentemente arrivato a quota 10 milioni di utenti paganti) e il fenomeno del digital delivery di piattaforme come Steam, che attualmente conta 15 milioni di utenti che acquistano e scaricano direttamente on-line i propri titoli preferiti.

Quale che sia la verità fattuale dietro previsioni statistiche e consorzi di "superamici" del PC, la caratura dei colossi che appoggiano PC Gaming Alliance dovrebbe quantomeno garantire qualche sviluppo positivo nell'ambito dei tanti problemi che la piattaforma videoludica più avanzata in circolazione è da sempre costretta ad affrontare.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.32 sec.
    •  | Utenti conn.: 106
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.15