Punto informatico Network

Contenuto Default

Firefox continua a crescere in Europa

07/02/2008
- A cura di
Archivio - Il celebre browser open source non accenna ad arrestare la propria corsa nel Vecchio Continente. Manca davvero poco ormai per il raggiungimento della soglia psicologica del 30% del mercato.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

europa (1) , firefox (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 166 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Dopo i festeggiamenti per il suo decimo compleanno, Mozilla continua ad avere di che rallegrarsi per come gli vanno le cose: Firefox, il prodotto di bandiera della società che ha raccolto l'eredità tecnologica e spirituale di Netscape, estende ancora la propria presenza sul mercato europeo attestandosi sul 28% del totale. Secondo le stime aggiornate della società francese XiTi, il panda rosso guadagna in un anno 5 punti percentuale erodendo l'1% a Internet Explorer.

Viene insomma confermato il trend già noto da tempo, che vede Firefox divenire sempre più parte integrante dell'economia di rete europea sebbene non manchino le differenze entro i confini dei singoli stati. Se infatti in Finlandia usano il browser Mozilla il 45% dei navigatori mentre nei Paesi Bassi sono il 15%, le percentuali di penetrazione superano il 40% in Slovenia, Polonia e Slovacchia. L'Italia si attesta nei piani bassi della classifica, con solo il 21,7% dei navigatori.

Firefox_growth.jpg

La nuova classifica di XiTi è poi interessante anche per i dati che porta alla luce riguardo la sicurezza generale del web e quella degli utenti. Chi utilizza Firefox, infatti, è maggiormente portato (nel 93% dei casi) ad avere installata l'ultima versione stabile disponibile ovvero Firefox 2, mentre tra chi fa surf con Internet Explorer è ancora largamente maggioritaria la vecchia e bucherellata versione 6, con IE 7 che non va oltre il 46% del totale.

E se il traguardo storico del 30% del mercato in Europa appare ora alla portata di Mozilla, il pandino cresce anche nel resto del mondo: in Oceania arriva addirittura al 31%, conquistando tra dicembre 2006 e dicembre 2007 il 5% di share. Crescite particolarmente positive per il pandino si registrano anche in Nord America (+4%), Africa (+4%) e Sud America (+7%).

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.16 sec.
    •  | Utenti conn.: 114
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0