Punto informatico Network

Lucchetto, lock, sicurezza, utenti, genitori, consulto, consulenza

EMusic raggiunge quota 300.000 utenti

27/04/2007
- A cura di
Archivio - Lo store di musica digitale annuncia di aver concretizzando un nuovo, importante traguardo. Con un catalogo ricco e in crescita costante, eMusic conferma la propria posizione di secondo e-store musicale del web.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

utenti (1) , emusic (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 210 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Dopo aver totalizza i 100 milioni di brani venduti lo scorso dicembre, eMusic ha in questi giorni annunciato che il suo parco utenti è arrivato a quota 300.000. Un risultato lusinghiero per il punto di riferimento della musica indipendente in rete, che distribuisce MP3 ad alto bitrate privi di qualsivoglia restrizione anticopia ben prima del tanto strombazzato accordo tra EMI e iTunes (ex-Music) Store di Apple.

La vetrina digital-multimediale della casa Mela rimane ovviamente inarrivabile, con i suoi 2 miliardi di brani scaricati al gennaio 2007. Pur tuttavia, eMusic si è nel tempo ritagliato un proprio spazio, riuscendo a dire la sua nelle modalità di fruizione della musica scaricata come nel peso effettivo del business.

La crescita degli affari dello store è ovviamente andata di pari passo con l'arricchimento del catalogo dei contenuti, che può ora vantare 2,5 milioni di brani a rappresentare gli artisti di 13.000 etichette indipendenti. Un panorama musicale variegato, in grado di rispondere alle esigenze di un pubblico dai gusti evoluti tradizionalmente poco supportati da iTunes Store e simili.

01_-_eMusic_logo.gif

EMusic è inoltre la dimostrazione concreta del fatto che sono possibili nuovi approcci per vendere musica in rete, sia dal punto di vista del formato impiegato per la codifica dei brani - in questo caso MP3 DRM-less - sia nel modello di vendita.

Approcci che fanno sempre più gola ai big di settore, intrappolati come sono nella gabbia delle tecnologie anticopia e della tradizionale vendita al dettaglio dei brani: prova ne sia il fatto che anche iTunes starebbe paventando la possibilità di introdurre un servizio di acquisto e download basato su sottoscrizioni - come ora fa eMusic - anche se in questo caso il tutto verrebbe infarcito dalle solite DRM invalidanti per i diritti digitali degli utenti/consumatori.

A volerla dire proprio tutta, tra iTunes Store ed eMusic, ad oggi il primo e il secondo e-store di musica digitale in rete, è doveroso per una volta citare il discusso caso di Allofmp3.com. Lo store russo offre una vasta scelta di brani e formati di codifica ad un prezzo concorrenziale; purtroppo Allofmp3.com subisce da tempo l'ostracismo dell'industria musicale americana, che mette in dubbio la legalità del servizio e che ha reso estremamente difficile acquistare musica sullo store e pagare in maniera agevole il dovuto.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.33 sec.
    •  | Utenti conn.: 148
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.21