Punto informatico Network

20080920114138_1635536292_20080920114114_577364590_AMD 1.png

AMD "4x4" ai nastri di partenza

08/12/2006
- A cura di
Zane.
Archivio - La nuova piattaforma AMD è finalmente sul mercato. Due processori su una sola scheda madre per quattro core pulsanti. E (troppo) costosi.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

amd (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 170 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Dopo mesi di indiscrezioni e grandi annunci, AMD ha finalmente lanciato sul mercato statunitense la propria nuovissima piattaforma di fascia alta. Gloss PNGCorel_Bryce.png

Il nuovo prodotto, nome in codice "4x4", è stato battezzato AMD Quad FX: si tratta di due processori dual core di classe Athlon FX 7x accoppiati su un'unica scheda madre, capaci quindi di macinare dati con 4 core pulsanti in parallelo.

La nuova piattaforma dovrebbe, nelle intenzioni di AMD, di portare al massimo l'esperienza multitasking (ribattezzato "megatasking" per l'occasione), consentendo finalmente all'utente di dimenticare i fastidiosi rallentamenti dovuti ad applicazioni troppo avare di CPU in esecuzione simultanea.

Il tutto chiaramente ha un prezzo piuttosto sostenuto: si parla di 999$ per una coppia di processori Athlon FX 74 da 3 GHz e relativi dispositivi di raffreddamento, che scende a 799$ per la versione FX 72 da 2.8 GHz e infine 599$ per FX 70 da 2.0 GHz. A cui chiaramente andrà a sommarsi il costo di una scheda madre specifica (sono richiesti due distinti socket in formato L1/F/1207 per collegare i due processori) e tutto il resto: insomma, una macchina da non meno di 2.000$...

Purtroppo, pare che a prezzi così elevati non corrispondano performance da leader di mercato. Dai primi test indipendenti emerge che il prodotto, progettato chiaramente come risposta a quel Intel Core 2 Duo che tanto sta facendo parlare negli ultimi mesi, sembra non riuscire a tener testa al diretto rivale, l'Intel Core 2 Extreme QX6700, la versione a quattro core del concorrente.

Per entrambi i processori inoltre, molti benchmark mostrano chiaramente come l'incremento prestazionale rispetto a modelli meno costosi sia relativamente contenuto rispetto all'esborso richiesto. In particolare, le CPU nella fascia al di sotto dei 250€ sembrano rimanere la scelta migliore.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.36 sec.
    •  | Utenti conn.: 79
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.13