Punto informatico Network

Stampante, print, stampa, floppy, salva, save

La revisione del DMCA salva in corner l'abandonware

06/12/2006
- A cura di
Archivio - I retrogamer esultano: la controversa legge americana sul copyright condonerà, da ora in poi, il crack delle protezioni dei vecchi giochi, fermo restando l'intento esclusivo della preservazione e della archiviazione della memoria digitale..

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

dmca (1) , abandonware (1) , salva (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 123 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

01_-_DMCA_-_Police_on_my_Cable!.gifIl vecchio codice di programma non minaccerà più di far andare in galera i collezionisti di saghe classiche quali Doom e Monkey Island: le ultime eccezioni al Digital Millennium Copyright Act approvate dalla Libreria del Congresso negli States, come segnala Joystiq, tra le altre cose regolarizzano nei fatti la pratica, molto comune tra gli appassionati, di bypassare i meccanismi di protezione DRM integrati nei giochi del bel tempo che fu.

L'unica condizione da rispettare affinché valga l'eccezione è che il software abandonware crackato, quello cioè non più in circolazione sul mercato e privo del supporto dei proprietari dei diritti d'autore, venga utilizzato solo ed esclusivamente a fini di archiviazione, catalogazione e collezione: che a conti fatti è la condizione più comune del retrogamer tipo, aduso a mantenere raccolte di un numero variabile di oldies but goldies tutti rigorosamente sprotetti.

Ben difficilmente si ricorda comunque una causa intentata dai produttori contro gli appassionati retrogamer-collezionisti: al contrario del settore degli audiovisivi, il divertimento interattivo soffre di repentina obsolescenza, e chi gioca ad un titolo degli anni'80 non è generalmente considerato come un pirata ma appunto un semplice amatore del genere. Nulla cambia poi riguardo l'illegalità della redistribuzione di tali prodotti senza l'autorizzazione dei detentori del copyright.

Come previsto dall'ordinamento del DMCA stesso, le attuali eccezioni avranno validità triennale, e saranno sottoposti ad una ulteriore revisione entro novembre 2009.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 1.09 sec.
    •  | Utenti conn.: 96
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.53