Punto informatico Network
20090824102418_1143233553_20090824102317_1842626330_121451423.png

EA Games/Canonical: nessun nuovo titolo per Ubuntu, solo due collegamenti a giochi online nel Software Center

09/05/2012
- A cura di
Linux & Open Source - EA Games, che ha annunciato alcuni giorni fa la sua partecipazione all'Ubuntu Developer Summit, non ha ancora intenzione di sviluppare giochi nativi per Ubuntu. Per ora, verranno aggiunti al Software Center dei collegamenti a due giochi online gratuiti.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

software (1) , giochi (1) , gioco (1) , ubuntu (1) , collegamenti (1) , online (1) , nuovo (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 3 calcolato su 4 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Sabato scorso vi avevamo dato la notizia della partecipazione di Electronic Arts, famosa casa produttrice di videogiochi per PC e console, al prossimo Ubuntu Developer Summit del 9 maggio in California, Stati Uniti. Subito a tutti è venuto il pensiero che questo potesse essere l'inizio di una collaborazione fra la società americana e Canonical per la produzione di titoli video-ludici nativi per i sistemi operativi GNU/Linux.

Bene, purtroppo sembra che le cose non siano così, almeno per il momento.

Infatti, EA Games farà sì la sua entrata in scena nel mondo del Pinguino, ma solo con l'introduzione all'interno dei repository ufficiali della distro di Canonical (e quindi nell'Ubuntu Software Center) della possibilità di aggiungere al proprio sistema un collegamento, da aprire tramite il proprio browser, a due giochi online gratuiti, sviluppati in HTML5: Command & Conquer Tiberium Alliances e Lord of Ultima.

Command.png

Niente di tutto ciò che era stato ipotizzato la settimana scorsa, quindi, avverrà, almeno per il momento. Di certo queste possono essere le basi per un rapporto di collaborazione importante per il futuro fra le due società, che potrebbero davvero portare alla tanto agognata creazione di titoli video-ludici nativi per i sistemi GNU/Linux.

Certo è che finché Ubuntu (ma anche le altre distro) continueranno ad avere problemi con diversi modelli, prevalentemente recenti, di schede video e di rete (soprattutto wireless), sarà difficile che si riesca ad attirare le attenzioni delle major del settore.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    © Copyright 2019 BlazeMedia srl - P. IVA 14742231005

    • Gen. pagina: 0.2 sec.
    •  | Utenti conn.: 25
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 43
    •  | Tempo totale query: 0.05