Punto informatico Network

Cestino, riciclo, spazzatura, sporco, carta, pattume

In vertiginoso aumento la posta spazzatura

23/07/2005
- A cura di
Archivio - Stando a F-Secure, l'85% delle mail in circolazione sarebbe composto da pubblicità indesiderata..

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

posta (1) , posta spazzatura (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 113 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Chiunque disponga di un indirizzo e-mail pubblico se ne è accorto, e adesso arrivano anche le statistiche delle compagnie di settore a confermarlo: la stragrande maggioranza della posta elettronica che circola quotidianamente Rete è composta da pubblicità spazzatura, quella particolare e odiosa forma di promozione commerciale classificata sotto il nome di Spam.

Messaggi pubblicitari di ogni genere, principalmente di carattere pornografico, che riempiono le nostre mail di offerte speciali, affari dell'anno e calde biondine che vivono aspettando solo di chattare o incontrarsi con noi, niente pone un freno alla sadica fantasia degli spammer e delle "aziende" che lucrano sullo spam.

01_-_Spamming_mails.jpgF-Secure, azienda IT specializzata nella Internet Security, ha di recente pubblicato un rapporto eloquentemente intitolato "Data Security Summary - January to June 2005" in cui, facendo il punto della situazione sulle principali minacce alla sicurezza più virulente, quantifica nell'ordine di circa l'85% del traffico generato Rete dalle e-mail come quello dovuto a puro e semplice spam. Affrontando di petto la questione, la compagnia dichiara come a tutt'oggi il problema delle mail spazzatura non possa essere ancora sconfitto, anche se sono scesi in campo nomi di primo piano dell'industria del software per cercare di porre rimedio a questa autentica e fastidiosissima net-piaga.

Come noticina a margine, secondo F-Secure calano gli attacchi dovuti a virus veri e propri, mentre sono in costante ascesa worm e trojan che provano di continuo a penetrare nel PC e a consegnare il controllo del sistema ai cracker autori del loro codice. Forte preoccupazione, inoltre, per l'incremento degli attacchi condotti usando dispositivi di nuova generazione come gli smartphone dotati di mini sistema operativo, sul modello di malware tristemente famosi come CommWarrior, Cabir.A e Fontal.A.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.55 sec.
    •  | Utenti conn.: 91
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.24