Punto informatico Network

20100109091643_2003982820_20100109091602_821935498_3d_spotlight.png

Il display AMOLED è semitrasparente

11/01/2010
- A cura di
Zane.
Hardware & Periferiche - Una fonte autorevole ha pubblicato una serie di immagini che mostrano un notebook degno del miglior film di fantascienza: grazie alla tecnologia AMOLED, è possibile visualizzare sia le immagini a video, sia la realtà fisica dietro le stesse.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

display (1) , futuro (1) , 3d (1) , trasparenza (1) , amoled (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 79 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Puro esercizio di stile o reale spunto per i notebook di prossima generazione? È davvero difficile farsi un'opinione precisa dando un'occhiata ad un nuovo prototipo di computer il cui display semitrasparente consente non solo di visualizzare le immagini digitali, ma anche gli oggetti fisicamente collocati dietro lo stesso

500x_500x_direct_TV_set_top-3.jpg

A riportare una serie di foto del futuristico prodotto (ed un breve video senza il quale avremmo probabilmente bolllato la cosa come uno scherzo di qualche esperto di Photoshop) è l'autorevole Gizmodo.

Il display è realizzato con tecnologia AMOLED e, per ammissione dell'autore dell'articolo, è dotato di una risoluzione piuttosto bassa: meno di 1.000x600 pixel che, distribuiti su una diagonale di 14 pollici, producono un'immagine ben poco definita. Tuttavia, trattandosi di uno straordinario prodotto prototipale, non ci si può certo soffermare su tali dettagli.

Si tratta indubbiamente di un importante traguardo per i più attenti al design e per tutti coloro che dedicano una certa importanza all'estetica della propria postazione, ma resta ancora da capire la reale usabilità di questo approccio: al di fuori di specifici ambienti professionali infatti, l'utilità di poter visualizzare l'ambiente retrostante il display è ancora tutta da inquadrare e, forse, finirebbe soltanto per trasformarsi in un elemento di disturbo in più (per non parlare della difficoltà nel visualizzare le schermate in situazioni di forte luce ambientale).

Sia come sia, è meglio non aspettarsi una diffusione su vasta scala di monitor come questi nell'immediato futuro: la produzione di massa potrebbe essere lontana ancora parecchi anni.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.34 sec.
    •  | Utenti conn.: 98
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.2