Punto informatico Network

Canali
20090806230345_2020497150_20090806230325_567314144_Performance.png

Ottimizzare l'uso del disco rigido da parte della cache di Tortoise SVN

06/11/2009
- A cura di
Trucchi & Suggerimenti - Vediamo come ottimizzare i processi di Input/Output di Tortoise SVN, per fare in modo che il nostro disco rigido non ne risenta.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

cache (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 89 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Sono diversi i programmi che rimangono in esecuzione in secondo piano dall'avvio del sistema al suo spegnimento: se possiamo ottimizzare l'uso delle risorse di questo processi, non possiamo che trarne un beneficio prestazionale.

Chi usa il celeberrimo TortoiseSVN, software che integra le funzionalità di Subversion con l'Esplora Risorse di Windows, avrà notato la presenza di un processo dal nome TSVNCache.exe.

Il suo compito è quello di contraddistinguere tramite icone le cartelle ed i file dei repository a seconda dello stato (aggiornato, modificato, escluso eccetera) per renderne più semplice l'identificazione.

Tortoise Cache 1.png

L'unico effetto collaterale risulta la grande quantità di operazioni di Input/Output effettuate che tendono a impattare pesantemente sulle performance del disco rigido. Vediamo allora come ottimizzare l'utilizzo del disco fisso da parte di TortoiseSVN.

Effettuiamo un clic destro in uno spazio vuoto di una qualunque cartella (anche il Desktop va bene), selezioniamo la voce TortoiseSVN e clicchiamo infine su Settings.

Tortoise Cache 2.png

Nella finestra delle impostazioni selezioniamo la voce Icon Overlays dal menu ad albero sinistro.

Tortoise Cache 3.png

Nel campo Exclude Paths digitiamo C:\* per escludere il disco C e tutte le sue sottocartelle. In caso avessimo più dischi o partizioni, aggiungiamo anch'essi separandoli da ritorni a capo.

Nel campo Include Paths dovremo aggiungere la cartella o le cartelle in cui risiedono le copie locali dei nostri progetti. In caso fossero più di una, separiamole anche stavolta con dei ritorni a capo.

Salviamo quanto fatto con Ok e riavviamo il sistema per rendere effettive le modifiche.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.24 sec.
    •  | Utenti conn.: 98
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.11