Punto informatico Network

20090806130044_1684465457_20090806130021_2128418145_sl_KDE.png

Pronto KDE 4.3: miglioramenti per un desktop più stabile e completo

07/08/2009
- A cura di
Linux & Open Source - Dopo mesi di sviluppo, arriva KDE 4.3, nome in codice Caizen. Non sono state introdotte imponenti funzionalità, bensì il lavoro degli sviluppatori è stato concentrato sul miglioramento e perfezionamento dell'ambiente desktop, con oltre 10.000 bug corretti.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

kde (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 114 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Il team di KDE ha recentemente rilasciato la versione 4.3 del popolare ambiente desktop. Con questa nuova build, la comunità conta di risanare la propria reputazione dopo le prime release della serie 4.x di KDE, rilasciate durante una fase d'intenso sviluppo, con una bella dose malfunzionamenti ed instabilità. Ebbene, la nuova versione ha tutte le carte in regola per concedersi il lusso di lasciar perdere le critiche del passato e guardare avanti verso una nuova generazione di desktop environment.

Il nome in codice di KDE 4.3 è Caizen, il nome di un'antica filosofia giapponese volta ad un continuo miglioramento di tutti gli aspetti della vita. Questa ideologia si addice benissimo alla nuova versione che, infatti, non introduce importanti funzionalità, ma una serie di perfezionamenti in molte parti dell'ambiente, migliorando l'affidabilità e l'interazione con l'utente.

Kde430.pngI principali cambiamenti in KDE 4.3 si riscontrano in tre parti del software:

  • Plasma e Kwin: i due componenti, rispettivamente l'interfaccia desktop e il gestore di finestre ed effetti grafici (compositing), sono ora molto più interattivi fra di loro. Questa novità consente, ad esempio, d'impostare sfondi e widget diversi per ogni ambiente di lavoro virtuale.
  • Dolphin: il file manager predefinito di KDE, che ha preso il posto del tuttofare Konqueror, ora può visualizzare anteprime delle immagini contenute in una cartella, sovrapponendole all'icona della directory stessa. In più, posizionando il cursore del mouse sopra a tale icona, è possibile osservare una piccola presentazione di tutte le immagini contenute nella cartella.
  • Piattaforma di sviluppo: l'ambiente per la creazione di nuove applicazioni KDE è più stabile, efficiente ed intuitivo per chi si avvicina per la prima volta allo sviluppo di software. Inoltre, sono state aggiunte nuove API, che spaziano dalla geolocalizzazione ai privilegi di sistema.

Tutta la comunità è invitata ad aggiornare alla nuova versione del software, che promette scintille con un ambiente desktop rinnovato oltre che, finalmente, stabile e completo. La prossima versione di KDE, la 4.4, è attesa per gennaio dell'anno prossimo.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.23 sec.
    •  | Utenti conn.: 135
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.11