Punto informatico Network

Canali
20080829213202

Disco Samsung e controller SATA: il problema si risolve così

29/05/2009
- A cura di
Zane.
Soluzioni - Il nuovo disco fisso Samsung non viene riconosciuto dal sistema? potrebbe essere un problema di velocità. Presentiamo la procedura dettagliata per risolvere l'inconveniente.

Download

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

problema (1) , disco (1) , samsung (1) , controller (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 204 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

La tecnologia SATA 3 Gbit/s (volgarmente nota come SATA II) ha una caratteristica particolarmente apprezzata dall'utenza: è retro-compatibile.

Questo significa che, perlomeno sulla carta, dovrebbe essere possibile collegare senza alcun problema un disco fisso con interfaccia di questo tipo ad una scheda madre dotata di connettori SATA 1.5 Gbit/s (SATA I), con l'unico, evidente limite di ottenere trasferimenti meno rapidi.

In verità però, non sempre le cose funzionano esattamente come dovrebbero: in talune circostanze infatti, è possibile che le due componenti non riescano a comunicare correttamente per stabilire la velocità da adottare, con il nefasto risultato di rendere il disco fisso invisibile perfino al BIOS della scheda madre.

Il problema, stando alle informazioni rintracciate in rete, pare affliggere nello specifico le motherboard equipaggiate con controller VIA e SIS, modelli VT8237, VT8237R, VT6420, VT6421L, SIS760 e SIS964: ho personalmente potuto verificare la presenza del malfunzionamento (manifestatosi in forme variabili fra hard disk inaccessibile e instabilità nell'accesso alla periferica da sistema operativo) su PC dotati proprio del primo chip della lista.

Lo soluzione via jumper

La maggior parte dei costruttori di dischi fissi ha optato per un approccio hardware al problema: rendere disponibile un ponticello da impostare nel retro del disco, grazie al quale limitare "a forza" la velocità di trasferimento: questo, ad esempio, è quanto proposto da Maxtor

DSCN1280.JPG

Il jumper grigio che si intravede è appunto impostato in modo da limitare la velocità a SATA 1.5 Gbit/s.

Una soluzione semplice ed efficace.

Niente jumper per Samsung

Inspiegabilmente, Samsung ha scelto di non fornire i propri dischi fissi di un'impostazione del genere, ma, piuttosto, imporre all'utente una macchinosa soluzione via software: come indicato sul volantino di istruzioni fornito a corredo, è necessario collegarsi al sito samsunghdd.com e realizzare un CD in grado di avviare il sistema.

Alla pagina successiva tutti i dettagli.

Pagine
  1. Disco Samsung e controller SATA: il problema si risolve così
  2. Pagina 2

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.16 sec.
    •  | Utenti conn.: 73
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.03