Punto informatico Network

Canali
60551343120080917015749_8907.jpg

Bidplaza: la nuova frontiera delle aste

02/04/2008
- A cura di
Internet - Vincere con l'offerta più bassa. È così che funziona la nuova tipologia di asta online che stravolge le regole.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

frontiera (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 215 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Un iPod nano a 0.57€, una Playstation 3 a 0.81€, un MacBook AIR a 4.35€, un Porsche Boxster a 71.05€. Nessuno scherzo, sono veramente alcuni esiti di aste pubblicati su bidplaza, sito di aste online arrivato in Italia sul finire del 2007. Già, perché, al contrario delle solite aste a cui siamo stati abituati finora (eBay in primis), ad accaparrarsi l'oggetto in palio è l'offerente più "taccagno"!

Logo2.jpg

Vediamo più nel dettaglio come funziona la questione.

Per poter partecipare alle aste è necessario effettuare la registrazione sul sito, fornendo i propri dati personali. All'iscrizione è possibile inserire anche il proprio numero di cellulare, in modo da poter usufruire di un bonus di 2€ al proprio deposito iniziale, cifra che dà la possibilità di formulare un'offerta gratuitamente. Infatti, ogni rilancio ha un costo di 2€, che verranno scalati dal proprio deposito prepagato.

Le aste, come nel più classico dei metodi, sono a tempo, al termine del quale il bene verrà aggiudicato a colui che ha effettuato l'offerta unica più bassa.

Concentriamoci sull'immagine che segue per capire meglio cosa significa:

Offerenti.jpg

In questa semplificazione vediamo diverse persone che hanno fatto la loro offerta. L'offerta più bassa e 1 cent, ma non essendo unica, in quanto fatta da due persone, è nulla; stesso discorso per quella di 2 cent. Invece, l'offerta di 3 cent è fatta da un solo offerente ed la più bassa in virtù dell'invalidità dei rilanci minori, risultando quindi la puntata vincente.

Un ulteriore e importantissimo dettaglio da tenere in considerazione è che l'asta è alla cieca: non è possibile sapere né quante persone stanno partecipando, né qual è l'offerta unica più bassa. Le uniche informazioni possono essere ottenute eseguendo puntate: ad ogni rilancio riceverete il cosiddetto "pacchetto informazioni", da cui saprete se la vostra offerta è la più bassa e se è unica o no (informazioni che, naturalmente, verranno aggiornate in seguito ad eventuali cambiamenti, dovuti ad offerte di altri partecipanti).

Ne consegue una realtà influenzata notevolmente sia dalla strategia che dalla fortuna: pensare di poter vincere un'asta facendo una sola offerta all'ultimo secondo significa votarsi al 100% alla buona sorte, mentre eseguire offerte strategiche o ad intervalli (cioè coprendo un certo "range" di valori, come ad esempio da 11 cent a 20 cent, il che significa ovviamente 10 puntate a 2€ l'una) non dà comunque la certezza di portare a casa la posta in palio.

Dopo questa analisi risulta chiaro che, a contrapporsi all'idea iniziale dell'affare a poco prezzo, vi è la classica altra faccia della medaglia. La spesa sostenuta nel fare offerte è ricompensata al solo vincitore dell'asta, mentre gli altri partecipanti non avranno riscontro dei soldi spesi.

Pertanto, non esiste nessun benefattore che metta in palio oggetti più o meno costosi per una cifra in apparenza simbolica; questa cifra sarà solo una percentuale minima del vero ricavato e, come già si poteva immaginare, il vero affare lo farà proprio il suddetto benefattore.

Riguardando gli affari iniziali, infatti, risulta che l'iPod nano del valore stimato di circa 200€ ha ricevuto oltre 800 puntate, Playstation 3 del valore di circa 400€ oltre 1500 puntate, mentre per il MacBook AIR e il Porsche Boxster non sono visualizzabili i grafici con le offerte totali, a causa del numero troppo elevato di queste. Sicuramente un discreto margine di guadagno.

In definitiva, Bidplaza è un sito ottimamente congegnato, capace di calamitare l'attenzione grazie ai possibili affari che propone e alla modalità strategica e divertente dei rilanci, ma non va dimenticato lo scopo di lucro che in ogni caso vi è alla base: farsi prendere troppo la mano può significare sperperare parecchi quattrini senza avere nulla in cambio.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 111
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.11