Punto informatico Network

Canali
20080829211035

Primi passi su Direct Connect con vDC++

15/10/2007
- A cura di
J.F..
Filesharing Peer-to-peer - Una guida che spiega il funzionamento della rete Direct Connect, individuandone un buon client: vDC++..

Correlati

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

direct connect (1) , vdc++ (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 477 voti

Diverso tempo fa è stato pubblicato un articolo in cui veniva recensito Direct Connect, un buon programma di file sharing, p2p e chat. È passato molto tempo e il programma si è continuamente evoluto. Vediamolo in dettaglio.

LogoDC++.jpg

DC++: il programma open source per la rete Direct Connect

Nel 2001 Direct Connect ha visto la sua prima versione open source, chiamata DC++, e una nuova frontiera si è aperta a tutti gli appassionati del programma. DC++ non contiene Adware o Spyware come il suo predecessore. L'ultima versione di DC++ è la 0.699. Questo programma sfrutta la sua particolarissima rete: Direct Connect.

La rete

La rete Direct Connect è di tipo centralizzato, quindi esistono molti server a cui connettersi. Essi si chiamano HUB; l'insieme di tutti gli HUB forma la rete.

Vediamone i vantaggi:

  • Ogni HUB ha la sua chat, la sua lista utenti, i suoi comandi. Inoltre, ci sono molti comandi interessanti, utili per ricevere informazioni e aiuto.
  • Non ci sono crediti da accumulare (eMule).
  • In molti HUB la condivisione è obbligatoria. Se tutti condividono, tutti ne traggono vantaggio.
  • Solitamente le code non sono lunghe.
  • Ogni server è completamente indipendente dagli altri. Si tratta di un fattore positivo, che ti permetterà di scegliere accuratamente solo i server che ti piacciono o di cui ti fidi e, cosa ben più importante, potrai connetterti solo ad utenti ad essi collegati.
  • Ogni HUB ha le sue regole. Entrando in un HUB, ne accetti tutte le sue regole e sei tenuto a rispettarle.
  • Chi non rispetta le regole viene "cacciato via". La condivisione nell'HUB viene controllata dagli operatori dell'HUB stesso. È questo il bello. Ti comporti male? Fai spam? Hai una condivisione proibita? Fuori di qui! Solitamente, lasciando un HUB, si interrompono i download dagli utenti di quest'ultimo.
  • Esistono tantissimi HUB in ogni nazione del mondo. Il sito www.DChublist.org elenca ampiamente tutti gli HUB del globo.

Ecco invece i principali svantaggi di questo tipo di rete:

  • Gli HUB sono piccoli server. Raramente gli HUB raggiungono più di 10.000 utenti. Se l'utente vuole contattare quante più persone possibili, dovrà quindi connettersi a un maggior numero di HUB.
  • I tempi di ricerca sono molto variabili. Le ricerche sono le spine nel fianco di ciascun server della rete. Ogni HUB cerca di soddisfare quante più richieste possibili, ma spesso impone dei limiti alla ricerca manuale e automatica.
  • Esistono HUB che richiedono registrazione.

Il Client

All'inizio dell'articolo ho omesso un fattore di notevole importanza: DC++ è il primo client open source per la rete Direct Connect, ma non è l'unico e nemmeno il migliore. Esistono moltissimi derivati di tale programma.

A tutt'oggi, DC++ presenta alcune mancanze: non supporta il multidownload, ovvero la capacità di scaricare un file da più di un utente. È in Inglese, pecca di grafica e di funzioni avanzate. Il mio consiglio è quello di provarne un suo derivato italiano: vDC++

Vdc.JPG

Caratteristiche

  • È in italiano e non necessita di traduzioni
  • È molto colorato e ricco di inserimenti grafici
  • È stabile e leggero
  • È l'ideale per semplici utenti.
  • È reperibile in diverse versioni: nella versione da installare, in quella standalone e in quella portatile.

VDC++ può essere reperito a questo indirizzo.

Ad un nuovo utente consiglio la versione con installer.

L'ultima versione è la 1.03, proviamola senza ripensamenti.

Pagine
  1. Primi passi su Direct Connect con vDC++
  2. Pagina 2

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 108
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 21
    •  | Tempo totale query: 0.12