Punto informatico Network

Contenuto Default

La fine delle tariffe gonfiate

24/06/2008
- A cura di
Zane.
Archivio - 144 e compagnia fuori dai telefoni degli italiani. Nuovi limiti per loghi e suonerie. Stop ai 15€ di scatto alla risposta. Il nuovo provvedimento dell'Authority è un vero colpo di spugna. UPDATE: Il T.A.R. del Lazio pone il veto. UPDATE2: AGCOM risponde con un nuovo provvedimento.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

tariffe (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 160 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

In diretta risposta alla decisione del Tribunale, AGCOM ha approvato un secondo provvedimento che sposta ad ottobre il blocco preventivo di tutte le numerazioni a sovrapprezzo, da effettuarsi previa "capillare e tempestiva campagna informativa".

Le proteste esposte dai content provider - che per anni hanno legato il proprio business a tariffazioni premium - non sono rimaste inascoltate davanti al TAR del Lazio.

Il Tribunale ha infatti deciso che, perlomeno fino alla prossima udienza fissata per metà novembre, gli operatori di TLC non debbano bloccare preventivamente i numeri 899, 144,166 e compagnia.

Le motivazioni, a quanto pare, sono da ricercarsi nella necessità di comprendere ulteriormente le dinamiche dalla vicenda: "la delicatezza delle questioni dedotte ne impone un approfondimento in sede di cognizione di merito", si legge nella delibera a cui Punto Informatico ha dedicato un autorevole approfondimento.

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha approvato uno dei provvedimenti potenzialmente più importanti degli ultimi anni nella lotta ai servizi con tariffe stellari, responsabili di veri e propri furti negli ultimi anni. Linphone.png

Sono numerose le iniziative volte a tutelare il consumatore elencate nel nuovo Piano di numerazione nazionale.

La più significativa è probabilmente il blocco preventivo di tutte le chiamate verso numerazioni a sovrapprezzo a partire dal prossimo 30 giugno, limitazione superabile unicamente dietro esplicita richiesta del singolo utente.

Chi sceglierà di mantenere attiva la possibilità di contattare numeri "premium" sarà comunque tutelato. Innanzitutto, il prezzo massimo dei servizi a tariffazione maggiorata non basati sul tempo sarà di "uno o due euro", e quindi non sarà più possibile addebitare 15€ di scatto alla risposta, come nel caso ""Ti ho lasciato un messaggio in segreteria"? No, è una truffa!" verso cui mettevamo in guardia qualche mese fa.

In un'ottica di massima semplicità, verranno eliminati anche gran parte delle numerazioni speciali: 144, 166, 163, 164 andranno tutti in soffitta. Solo i numeri con prefisso 89 (quindi 899, 898 eccetera) potranno essere impiegati per realizzare servizi di questo tipo.

Ma non solo i servizi di fonia vengono ridimensionati. Anche tutti quei servizi raggiungibili mediante SMS, quali il lucroso business di loghi e suonerie, saranno soggetti a nuove limitazioni. Anche in questo ambito verranno introdotte soglie di prezzo massime (attualmente non ancora comunicate) e la possibilità di disabilitarne completamente l'uso. Una possibilità che farà sicuramente piacere a qualche genitore.

Tra le altre novità, il Piano introduce "migliori condizioni competitive per gli operatori virtuali, il recepimento delle norme europee sui servizi armonizzati a valenza sociale (numerazioni 116XXX) e la completa gratuità dei servizi di "customer care" offerti dagli operatori di telecomunicazioni.".

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.25 sec.
    •  | Utenti conn.: 51
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.14