Punto informatico Network

Disco, disk, DVD

Momentus 5400 PSD, arrivano gli hard disk ibridi di Seagate

18/10/2007
- A cura di
Archivio - La corporation statunitense comincia a distribuire dischi fissi da due pollici con chip di memoria integrato promettendo aumenti di velocità, risparmio energetico e supporto alle ultime tecnologie integrate in Windows Vista.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

hard disk (1) , seagate (1) , disk (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 199 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Già da tempo Seagate ha reso pubbliche le proprie intenzioni per quanto riguarda il nuovo settore della memorizzazione di massa basato sui Solid State Disc (SSD), confermando un trend che vede in crescita l'investimento dei grossi player nella tecnologia. Facendo seguire i fatti alle parole, il più grande produttore di hard disk al mondo rilascia ora i già annunciati dischi fissi ibridi da 2,5", consegnando ai costruttori di laptop le unità Momentus 5400 PSD.

Seagate_Momentus_5400_PSD.jpg

Piuttosto che gettarsi a capofitto nell'ancora acerbo mercato degli HD basati interamente sui chip di memoria, Seagate sceglie prudentemente di affiancare le NAND flash alla tradizionale - ancorché avanzatissima - tecnologia a induzione magnetica. "I drive ibridi offrono molti dei benefici dei drive SSD a una frazione del costo", si legge sul sito del produttore a riguardo dei nuovi HD, espressamente pensati per l'impiego nei computer portatili.

L'unità Momentus 5400 PSD integra al proprio interno un chip di memoria da 256 Megabyte, grazie al quale è possibile ridurre il tempo di talune operazioni come il boot del sistema operativo, il ripristino della sessione da uno stato di sospensione e l'accesso di Windows ai dati usati più di frequente. Il disco è compatibile con la tecnologia ReadyDrive integrata in Vista, pensata appunto per aumentare le prestazioni della macchina durante il suddetto accesso.

A quanto sostiene Seagate, grazie all'impiego del Momentus 5400 PSD la carica energetica della batteria dura 20-30 minuti in più e Vista completa la fase di start-up nel 20% del tempo in meno. Chip di memoria a parte, il disco è inoltre basato sul metodo di registrazione Perpendicular Magnetic Recording (PMR), è disponibile nei tagli da 80, 120 e 160 Gigabyte e funziona con l'interfaccia SATA.

I tempi di rotazione parlano di 5400 RPM, il seek time è di 12,5 millisecondi e il disco di taglio maggiore (160 GB) integra due piatti e 4 testine magnetiche totali. Maggiori informazioni sono infine disponibili sul PDF di presentazione del prodotto e nel Data Sheet di medesimo formato. Attualmente non sono disponibili informazioni sui prezzi per la distribuzione al pubblico, visto che come già sottolineato Seagate si è per ora limitata a fornire i dischi ai produttori di laptop.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.42 sec.
    •  | Utenti conn.: 158
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.23