Punto informatico Network

Slideshow, powerpoint, presentazione, telo, schermo

Google presenta il suo PowerPoint

25/09/2007
- A cura di
Zane.
Archivio - Il colosso delle web application sforna un nuovo prodotto e completa così il tridente di attacco contro lo strapotere del software in scatola di Microsoft.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

google (1) , powerpoint (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 258 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Google ha aggiunto il terzo tassello alla propria suite da ufficio accessibile via web. Dopo l'elaboratore di testi sviluppato a partire dalle tecnologie acquisite da Writely.com ed il foglio di calcolo "clone di Excel", arriva ora la web application che consente di creare presentazioni direttamente all'interno del navigatore web.

Google_fm.jpg

Come per le altre web app che compongono l'offerta per l'ufficio di Google, è possibile creare presentazioni ex novo oppure caricare file preesistenti (al momento solo i formati PowerPoint .ppt e .pps vengono riconosciuti) via web o posta elettronica.

Sempre numerose le opzioni per chi opera all'interno di un team: previste la condivisione "completa" con il proprio gruppo di lavoro e/o l'accessibilità pubblica in sola lettura per tutti gli altri.

Da molti già definito il "rivale di PowerPoint", in realtà la terza applicazione del neo-rinominato Google Documenti è al momento solo un buon tool per realizzare piccole gallerie e presentazioni di basso livello, mancando ancora di tutte le funzionalità avanzate del software pe presentazioni marcato Microsoft.

Google_presenter.jpg

Sono ad esempio totalmente assenti le animazioni e la possibilità di inserire forme e contenuti multimediali, così come non è possibile accedere ai dati salvati all'interno di un foglio di calcolo. Pochissimi i font a disposizione e piuttosto limitate in generale le opzioni di formattazione del testo. L'aspetto grafico generale inoltre è modificabile solamente ricorrendo ad un pugno di modelli predefiniti, tutti alquanto bruttini e decisamente poco idonei per un uso professionale.

New_slide.jpg

Ho già sostenuto più volte quanto la suite da ufficio via web possa essere considerata una alternativa al costoso Microsoft Office solamente in caso si abbiano esigenze molto limitate: questo è particolarmente vero dando una prima occhiata all'ultimo nato di casa Google.

D'altro canto, se nemmeno una applicazione desktop quale Impress incluso in OpenOffice.org è stato in grado di avvicinarsi a Sua Maestà PowerPoint, aspettarsi un risultato differente all'interno di un browser web sarebbe stato semplicemente ridicolo.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.27 sec.
    •  | Utenti conn.: 110
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.13