Punto informatico Network

Contenuto Default

PS3, Wii e gli acquisti impulsivi dei giapponesi

15/02/2007
- A cura di
Archivio - Battaglia a colpi di dichiarazioni al fulmicotone tra i big player delle home console next-gen. Sony sostiene che Wii la si compra con troppa fretta. Ma Wii, in Giappone, vende quanto Sony può solo sognare di fare. E i numeri non dovrebbero essere figli della fretta...

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

ps3 (1) , wii (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 186 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Nintendo Wii è un "acquisto impulsivo". A sostenere la strana tesi è Dave Karraker, portavoce della divisione americana di Sony Computer Entertainment. Intervistato dal New York Times alcuni giorni or sono, Karraker ripete la solita tesi della corporation secondo cui nessuna console può reggere il confronto con l'ubertosa PlayStation 3, men che meno quella Wii ancora figlia della tecnologia GameCube, di una generazione indietro rispetto a Cell e compagnia bella.

Wii, da questo punto di vista, si posizionerebbe su un piano diverso rispetto a PlayStation 3, rappresentando più la soddisfazione di un desiderio da geek che altro. Insomma, Sony continua ad avercela più grossa, potente e cattiva, la console, e non c'è trippa per i gatti altrui...

Trippa che comunque, puntualmente, finisce nella scodella del presunto parìa tecnologico di Nintendo: che siano stime ufficiali o altre fonti, Wii è sempre davanti nelle vendite rispetto a PS3 in tutti e due i mercati in cui le console sono presenti in contemporanea.

Negli States Sony consegna a flusso continuo 400.000 console al mese, ma nello stesso periodo di tempo Nintendo immette sul mercato mondiale 1 milione di macchine, che per metà vanno a finire sulla piazza americana. Secondo Sony le console vengono regolarmente esaurite negli store americani, al contrario di quanto hanno fatto sapere gli esercenti, e i dati stimati di Wii consegnati (e puntualmente esauriti) sono, implicitamente, non veritieri.

01_-_Gran_Turismo_HD@PS3.jpg

Arriva poi dal Sol Levante la stima di Media Create, osservatorio dell'industria dell'intrattenimento, secondo il quale nella settimana che va dal 22 al 28 gennaio nel paese sono state vendute 80.000 console Wii contro 20.000 PlayStation 3. Pare che la macchina di Sony venga battuta persino dalla sempreverde PlayStation 2, che piazza 21.000 scatolotti di intrattenimento a buon mercato. Xbox 360 si rivela per l'ennesima volta incapace di bucare il mercato orientale, piazzandosi quarta nella classifica di vendita del periodo in oggetto con appena 7.000 macchine acquistate dai consumatori.

Anche considerando i numeri totali finora collezionati, non c'è molto di che stare allegri per Sony: sempre contando il solo Giappone, dall'11 novembre scorso PS3 ha venduto 614.000 esemplari; Wii, apparso sul mercato quasi un mese dopo (il 2 dicembre), ha piazzato 1,4 milioni di unità.

02_-_Link@Wii.jpg

Ed è forse la già annunciata riduzione di prezzo di PS3, definita "ipotetica" dalla megacorporazione per quanto sia in realtà estremamente probabile stando così le cose, il metro di paragone più indicativo della perdurante crisi in casa Sony. Certo, il taglio sarà un fatto in buona parte imputabile all'ottimizzazione del layout interno dei componenti, al passaggio del processo costruttivo di Cell da 90 a 65 nanometri e chissà cos'altro.

Sarà la necessità di monetizzare ulteriormente gli investimenti che si sposa all'affinamento dei processi produttivi della macchina, sarà quel che sarà ma lo spettro della sindrome Atari comincia a stagliarsi con sempre maggiore verosimiglianza dietro le fragili spalle di quello che un tempo era il gigante del divertimento interattivo.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.43 sec.
    •  | Utenti conn.: 114
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.28