Punto informatico Network

Contenuto Default

Secondo rapporto annuale McAfee sui crimini informatici

19/01/2007
- A cura di
Archivio - Anche quest'anno la società McAfee ha stilato un documento sulla criminalità via Internet, e le sorprese non mancano...

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

mcafee (1) , informatici (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 130 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Privacy.gifUn anno fa la nota società di sicurezza McAfee ha stilato un documento sostanzioso sull'evoluzione del crimine telematico del 2005.

Quest'anno, visto il successo che ha avuto il report di inizio 2006, McAfee ha provveduto a redigere un nuovo documento, che testimonia ancora una volta l'evoluzione dei crimini informatici avvenuta dal 2006 ad oggi.

Il documento, pubblicato online in formato PDF e liberamente disponibile per il download, ci illustra le differenze tra il crimine informatico attuale e quello di due anni fa.

In precedenza, chi aveva intenzione di organizzare truffe via Internet agiva in maniera isolata. Adesso tutto è nelle mani di bande criminali organizzate, che approfittano delle risorse economiche e del know-how a loro disposizione per realizzare truffe di livello professionale.

In particolare, il documento ci spiega come gli adolescenti di 14/15 anni, con ottime conoscenze dei sistemi che regolano la grande rete, siano attirati dal crimine informatico, magari con la speranza di trarre guadagni protetti da un senso di falsa sicurezza.

Altra caratteristica rilevante del nuovo fenomeno, i criminali informatici tendono ad usufruire maggiormente dei luoghi di connettività pubblici, come gli Internet cafè e i servizi che offrono connessioni wireless, in modo da avere maggiori chance di occultare le proprie responsabilità.

Le minacce informatiche sono poi in continuo aumento: sono raddoppiate in pochi mesi, e mettono sempre più in pericolo aziende e privati. I criminali continuano ad affinare le proprie tecniche e a sviluppare nuovi metodi per truffare via Internet.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.29 sec.
    •  | Utenti conn.: 122
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.12