Punto informatico Network

Nota, musica, CD, leggio, trasparente, trasparenza

Il CD eterno fatto di vetro

01/11/2006
- A cura di
Archivio - Un ingegnere giapponese inventa un Compact-disc che non si rovina, dura per sempre e suona come nessun supporto audio ha mai suonato finora...

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

cd (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 189 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

"Sonoro cristallino" è sempre stato solo un modo di dire. Almeno fino a pochi giorni fa, quando è stato presentato al mondo il CD fatto di vetro. Messo in vendita da N & F Label, è l'unico compact disc garantito esente da possibili distorsioni o deformazioni nel tempo, sia che venga esposto alla luce del sole o che venga tenuto in condizioni di pesante umidità.

Il suo creatore, l'ingegnere del suono Suenori Fukui, voleva creare un CD-Audio da poter passare ai nipoti. Avendo osservato la grande capacità dei materiali vetrosi di assorbire i suoni, ha provato ad usarli per realizzare il suo ambizioso progetto. Alla fine, dopo una decina di anni di lavoro in collaborazione con Mitsugu Ikeda, tecnico dell'azienda Tomie Media Solutions, pare ci sia riuscito.

01_-_Glass_CD.jpgIl CD di vetro funziona esattamente come i comuni supporti a tecnologia ottica (CD, DVD o i nuovi dischi ad alta definizione Blu-ray e HD DVD): un laser legge le informazioni sonore incise nei microscopici solchi formati da pit e land, con una sola, sostanziale differenza. Al contrario dei tradizionali dischi in policarbonato, trasparenti solo in parte, sul disco di vetro il laser può leggere i bit di informazione in maniera assolutamente perfetta, senza rifrazioni o interferenze, restituendo un suono vibrante e pieno come non era mai stato possibile finora.

Inoltre, i supporti non soffrono dei tradizionali problemi di fragilità dei dischi realizzati in materiali plastici: indipendentemente dalle condizioni ambientali i CD di vetro non si piegano, non si rovinano e tendono a mantenere la loro struttura cristallina inalterata nel tempo.

Naturalmente, la qualità assoluta si paga: il primo e unico disco di vetro attualmente sul mercato, contenente la registrazione di un'Aria di Bach, viene venduto al prezzo di 98.700 yen, che al cambio attuale fanno circa 658 euro. Il prezzo pare comunque giustificato, visto che ogni singolo "glass CD" deve essere fatto a mano!

Il critico musicale Sachio Moroishi, che ha avuto la possibilità di ascoltare "come rende" il CD di vetro, si è dichiarato letteralmente deliziato dalla qualità eccezionale del suono: l'ascolto è virtualmente identico a quello di una performance live, sostiene Moroishi. "Se ne verranno prodotti di più, forse il prezzo potrebbe scendere", conclude, "ma questo manufatto ha la potenzialità per cambiare il mondo della musica e dei media sonori per sempre".

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.4 sec.
    •  | Utenti conn.: 54
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.26