Punto informatico Network

DVD, drive, DVD drive

Windows Vista riprodurrà i nuovi DVD?

06/09/2006
- A cura di
Zane.
Archivio - Si mormora che le versioni a 32 bit di Windows Vista non saranno in grado di riprodurre i film registrati sui nuovi supporti digitali eredi del DVD. Ma si tratta solo di un malinteso..

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , dvd (1) , vista (1) , windows vista (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 70 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Da alcuni giorni vi è una certa confusione in Rete scatenata da una affermazione di un dirigente Microsoft, secondo cui le versioni a 32 bit di Windows Vista non saranno in grado di riprodurre i film memorizzati su HD DVD e Blu-ray, i nuovi supporti ad alta definizione a cui stiamo dedicando molto spazio in questi giorni. DVD_drive.png

Stando alle dichiarazioni iniziali, per utilizzare la nuova tecnologia video sarebbe stata necessaria la versione a 64 bit di Windows Vista, che funziona però solo su processori appositamente progettati.

In questi giorni è arrivata la correzione: il portavoce Microsoft intendeva dire che non sarà possibile utilizzare il player multimediale di sistema (Windows Media Player) per questo scopo, ma il sistema operativo non impedirà in alcun modo l'installazione di software di terze parti con il supporto ai "nuovi DVD", come ad esempio il celeberrimo PowerDVD.

Placati gli animi, resta da precisare infine che, come già succede con Windows XP oggi, nemmeno Windows Vista sarà in grado di riprodurre nativamente alcun film su DVD, inclusi quelli nel formato DVD tradizionale a cui siamo abituati: a meno di acquistare le costosissime edizioni Premium o Ultimate del nuovo sistema operativo, sarà quindi necessario procurarsi un software fornito da terze parti.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.51 sec.
    •  | Utenti conn.: 137
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.3