Punto informatico Network

20081226175853_163967738_20081226175758_1495029030_sadasd.png

Il primo "virus" per Macintosh?

17/02/2006
- A cura di
Zane.
Archivio - Si chiama OSX.Leap il primo virus per Mac. Si tratta di un codice estremamente limitato: il pericolo di contagio rasenta lo zero, ma potrebbe essere l'inizio di una nuova ondata di malware anche per gli utenti Mela.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

virus (1) , macintosh (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 154 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

In queste ore si sta disquisendo parecchio negli ambienti Macintosh riguardo ad un nuovo malware, da molti giudicato il primo virus/worm per piattaforma Apple. HEIN'S AQUA STUFF 1.0APPLE MENU II.png

A dire a verità non tutti sono d'accordo con questa classificazione: per una serie di motivi e limitazioni tecniche dettate dall'architettura infatti, il codicillo è poco prolifico e richiede una attivazione manuale da parte dell'utente per poter fare danni.

La storia dall'inizio

Tutto è cominciato nella serata di lunedì 13 febbraio, quando qualcuno ha postato un link sul popolare forum di Mac Rumors, indicando che si trattasse di screenshot della prossima versione di Mac OS X "Leopard", la 10.5.

In realtà l'archivio conteneva codice eseguibile che, una volta aperto, tenta di replicarsi spedendo una copia di se stesso via iChat, il programma per la messaggistica istantanea di Mac OS.

Solo un proof of concept

Come evidenziato nell'ottima analisi di Andrew Welch, CEO del gruppo Ambrosia Software, la reale capacità di contagio del virus è estremamente limitata: per poter essere eseguito infatti l'utente dovrebbe scaricare il file infetto (distribuito unicamente da un link presente sul sito di Mac Rumors), ignorare l'avvertimento del browser Safari che si tratta di codice eseguibile e quindi potenzialmente pericoloso, estrarre il documento dall'archivio, mandarlo in esecuzione ed in molti casi addirittura digitare la password di root.

In altre parole insomma, è altamente improbabile che possa diffondersi.

Come dicevamo, i sostenitori Apple stanno addirittura disquisendo se si tratti o meno di un virus, o se sia in realtà un semplice "programma utente dannoso". Sia come sia, OSX.Leap (questo il nome del programmino) è già sbarcato nel database Symantec.

Gli utenti Mela hanno sempre sostenuto con forza che non esistono virus per Macinotosh: che sia giunto il momento in cui anche su questa piattaforma arriverà il malware? Vista la crescente diffusione dei sistemi Apple, sarebbe stato molto più lecito stupirsi del contrario...

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.33 sec.
    •  | Utenti conn.: 106
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.1