Punto informatico Network

Canali
Remote desktop, desktop remoto, remoto

Desktop Remoto e utente locale contemporaneamente: abilitare le sessioni multiple su Windows 7/Vista/XP

04/03/2011
- A cura di
Zane.
Tecniche Avanzate - I sistemi operativi "client" di Microsoft non supportano, nativamente, l'impiego di molteplici sessioni utente concorrenti. Basta però una semplice modifica per abilitare questa interessante funzione anche sulle versioni italiane di Windows XP, Windows Vista e Windows 7.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , utente (1) , desktop (1) , windows 7 (1) , desktop remoto (1) , remoto (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 23 voti
Il dibattito è aperto: partecipa anche tu! AvvisoQuesto contenuto ha ricevuto un numero significativo di commenti. Una volta conclusa la lettura, assicurati di condividere con tutti anche le tue impressioni! La funzionalità è accessibile subito in coda, ai piedi dell'ultima pagina.

Nel corso della guida a Desktop Remoto, abbiamo visto che non è possibile aprire contemporaneamente più sessioni-utente ad un sistema governato da Windows XP, Windows Vista o Windows 7. Microsoft riserva infatti il supporto alle sessioni utente correnti solamente alla linea Windows Server.

La conseguenza più diretta di questa limitazione è che più persone non possono utilizzare contemporaneamente lo stesso calcolatore: il PC sul quale sta lavorando il primo utente interrompe bruscamente la sessione in caso un secondo accedesse al sistema tramite Desktop Remoto. In caso la prima persona provasse a rientrare, sarà la sessione remota ad essere interrotta.

Gli utenti più intraprendenti possono però applicare una modifica al sistema operativo grazie alla quale anche Windows XP e successivi divengono in grado di supportare molteplici sessioni concorrenti

Concurrent_00.jpg

In questo articolo vedremo dapprima come modificare Windows 7 e, alla pagine successive, come ottenere il medesimo risultato anche con Windows XP e Windows Vista.

Attenzione alla licenza

Prima di presentare la modifica, una piccola nota di natura legale: la licenza della famiglia "client" dei sistemi operativi Microsoft prevede che un solo utente possa utilizzare il software in un determinato momento.

Questo significa che, benchè la modifica qui proposta rientri nella legalità, i vantaggi pratici che ne derivano potrebbero consentire l'uso di Windows al di fuori dei parametri previsti dall'accordo di licenza.

Come sempre, raccomando agli interessati (soprattutto in ambienti business) di consultare un esperto del settore prima di proseguire: MegaLab.it e l'autore del presente articolo si ritienengono manlevati da ogni responsabilità per qualsiasi tipo di reclamo in merito, così come previsto dalle norme d'uso del portale.

Prima di cominciare: backup e salvataggio

La modifica che andremo ad apportare non consente di ritornare alla situazione predefinita in maniera automatica: prima di procedere, raccomando vivamente di realizzare una copia di sicurezza tramite un software di clonazione o, quantomeno, creare un punto di ripristino da ricaricare in caso di problemi.

Notate inoltre che il computer verrà riavviato automaticamente alla fine della modifica: sinceratevi quindi di aver chiuso tutti gli altri programmi ed aver salvato ogni documento prima di avviare gli script di installazione.

Modificare Windows 7 e Windows 7 SP1

Grazie a guidodp, sono ora disponibili anche i file compatibili con Windows 7 Service Pack 1. È sufficiente scaricare l'archivio giusto dalla scheda download.Il sito Missing Remote propone da qualche tempo un pacchetto che comprende i file necessari ed uno script di installazione automatico che consente di raggiungere il risultato su Windows 7.

Purtroppo, tale pacchetto non funziona con la versione italiana del sistema operativo. Ho quindi adattato alcune semplici stringhe dello script originale per renderlo compatibile anche con le copie di Windows 7 localizzate nella nostra lingua.

Per procedere all'installazione, scaricate l'archivio relativo a Windows 7 presentato nella scheda Abilita sessioni multiple concorrenti su Windows allegata a questo articolo (il link è nel box giallo alla sommità della colonna di sinistra) e scompattatelo in una cartella temporanea a piacere.

Cliccate quindi con il pulsante destro sul file install italiano by MegaLab.it e selezionate Esegui come amministratore

Concurrent_01.jpg

Partirà una breve elaborazione all'interno di una finestra di terminale, al termine della quale verrà notificato l'imminente riavvio di Windows

Concurrent_02.jpg

A reboot completato, sarà possibile seguire la guida "Accedere al proprio PC ovunque: guida a Desktop Remoto" per sfruttare la nuova funzione.

Versioni supportate

Sono supportate solamente le edizioni Professional, Ultimate ed Enterprise localizzate in italiano, sia in versione a 32 bit, sia a 64 bit.

Pagina successiva
Windows Vista e Windows XP
Pagine
  1. Desktop Remoto e utente locale contemporaneamente: abilitare le sessioni multiple su Windows 7/Vista/XP
  2. Windows Vista e Windows XP
  3. Gestire le sessioni

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.25 sec.
    •  | Utenti conn.: 47
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.11