Punto informatico Network

20091114150848_1478761854_20091114150824_1437164573_Untitled.png

Annunciati i requisti di Microsoft Office 2010

27/01/2010
- A cura di
Zane.
Mondo Windows - Microsoft ha lavorato affinché i requisiti minimi della prossima versione di Microsoft Office fossero analoghi a quelli già visti in occasione della generazione corrente. L'obbiettivo è stato grossomodo raggiunto (perlomeno sulla carta), ma si conferma l'assenza di un nome illustre: Windows XP x64.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4.5 calcolato su 47 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Microsoft ha pubblicato ufficialmente i requisiti minimi che il calcolatore deve soddisfare per poter eseguire Microsoft Office 2010, la nuova generazione della suite da ufficio del monopolista del software.

Sono più o meno gli stessi visiti in occasione di Microsoft Office 2007: processore a 500 MHz, 256 MB di RAM, risoluzione video 1024x768.

Ad aumentare è lo spazio su disco richiesto: si passa infatti da 1.5 GB della versione corrente a ben 3 GB per la release 2010. È comunque importante notare che, generalmente, la quantità di hard disk realmente occupata sarà sensibilmente minore: Microsoft arrotonda infatti tale dato ai 500 MB (o al gigabyte) superiore, tenendo come base di partenza lo spazio richiesto dalla versione più completa equipaggiata con tutte le componenti addizionali.

Interessante notare che, forse per la prima volta nella storia di un'applicazione da ufficio, Microsoft suggerisce l'impiego di un chipset video dedicato: in caso tale componente fosse disponibile, affiancata da almeno 64 MB di memoria video e compatibile con DirectX 9, la suite utilizzerà la GPU per velocizzare alcune operazioni, quali il rendering dei grafici e del video o gli effetti di animazione e transizione di PowerPoint. Non si tratta di un requisito fondamentale: Office 2010 potrà funzionare senza problemi anche su PC dotati di scheda video integrata.

"Minimi" sì, "raccomandati" sicuramente no

È importante ricordare che quelli indicati sono i requisiti minimi affinché la suite possa installarsi, ma sono ben lontani da quelli che possano essere le specifiche tecniche necessarie affinché sia possibile utilizzare quotidianamente Microsoft Office in maniera realmente produttiva.

Microsoft non ha pubblicato questo secondo set di specifiche, generalmente chiamate "requisiti raccomandati", per non generare confusione nell'utenza. Ma guardano all'esperienza pratica con Office 2007, si può parlare di CPU ad 1 GHz e 512 MB di RAM (almeno 1.5 GB in caso si scegliesse di lavorare sotto Windows Vista o Windows 7).

Ad ogni modo, pare ovvio che tutti i PC desktop o notebook assemblati negli ultimi due o tre anni dovrebbero essere più che sufficienti, così come i netbook meno datati.

Windows XP? sì, ma solo a 32 bit

Per quanto riguarda la compatibilità con le varie versioni di Windows, le cose si fanno un pochino complicate.

Le edizioni a 32 bit di Windows XP SP3, Windows Vista SP1 e Windows 7 potranno tutti far girare senza problemi la versione a 32 bit di Office 2010. Lo stesso dicasi per Windows Server 2003 R2 e Windows Server 2008, per la gioia di chi lavora in terminal service.

Per quanto riguarda le versioni a 64 bit di Windows invece, Windows Vista SP1 e Windows 7 potranno montare indifferentemente Office 2010 sia a 32 sia a 64 bit. Lo stesso dicasi per Windows Server 2003 R2, Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2.

Windows XP x64 ed entrambe le edizioni 32 e 64 bit del Windows Server 2003 "originale" ("R1") sono quindi gli unici grandi esclusi: queste versioni non potranno infatti montare alcuna release di Microsoft Office 2010.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.3 sec.
    •  | Utenti conn.: 91
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.15