Punto informatico Network

134907910720080917014707_10937.gif

Google: le "meta keywords" non ci interessano

23/09/2009
- A cura di
Zane.
Internet - Il gigante del search ribadisce che gli algoritmi di indicizzazione ignorano completamente il meta tag "keywords". Scelta differente per Bing, sebbene il "peso" assegnato sia limitato.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

internet (1) , google (1) , pagerank (1) , indicizzazione (1) , html (1) , motori di ricerca (1) , seo (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 85 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Con un messaggio apparso lunedì sul blog ufficiale dedicato ai webmaster, Google ha ribadito che l'algoritmo utilizzato dal motore di ricerca per indicizzare e classificare la rilevanza delle pagine ignora completamente il meta tag "keywords".

Come i pionieri della rete forse ricorderanno, questo particolare tag era un'instruzione, invisibile per i visitatori, molto utilizzata agli albori del web per esporre ai primordiali motori di ricerca dell'epoca le parole chiave più rilevanti delle varie pagine del "www". I motori di ricerca attingevano poi da essa per costruire i propri indici.

Il problema è che il meccanismo è stato abusato all'eccesso: inserire sex, porn e derivati in qualsiasi documento era ormai divenuta la norma per cercare di guadagnare un po' di visibilità in più. Proprio per questo motivo, Google ignora, già da parecchi anni, questo comando.

Ancora oggi qualcuno utilizza questo meta tag: osservando il codice HTML della pagina corrente ad esempio, dovreste notare qualcosa del genere

MLIShot1.jpg

Il motivo di tale scelta, perlomeno nel caso di MegaLab.it, è dovuto al fatto che altri motori di ricerca ancora considerano questo elemento, sebbene attribuendo un peso comunque ridotto alle parole chiave trovate. Uno di questi è Bing, come spiegato a questa pagina.

Nel messaggio di Google si ricorda comunque che non tutti i meta tag vengono ignorati. Se è vero per lo specifico "keywords", non è altrettanto per "description", utilizzato in alcune circostanze dall'indice come sommario da mostrare all'utenza, ed un pugno di altre istruzioni impiegabili per scopi specifici.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.22 sec.
    •  | Utenti conn.: 142
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.1