Punto informatico Network

20080829205757

Come ti porto Windows sull'iPhone

21/07/2009
- A cura di
Tecnologia & Attualità - GooDiPhone, un team di hacker proveniente dalla Russia, è riuscito ad emulare il vetusto Windows 95 e Windows XP sull'hardware dell'iPhone. Il melafonino non si dimostra tanto potente da ottenere prestazioni degne di nota, ma questa prova di forza dimostra le potenzialità del sistema operativo mobile.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

windows (1) , iphone (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 118 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Dopo aver visto addirittura un Commodore 64 emulato sull'iPhone, molti in rete si chiedevano quale fosse le prossima impresa che questo gioiellino di casa Apple, tanto piccolo ma, a quanto sembra altrettanto versatile, avrebbe dovuto sostenere.

La risposta è arrivata dalla Russia: un team di hacker chiamato GooDiPhone ha recentemente pubblicato un video su YouTube in cui viene ripreso un iPhone 3G mentre sembra emulare l'arcaico Windows 95.

Dal sito del gruppo riusciamo ad apprendere qualche dettaglio in più su questa "prova di forza" del melafonino: il risultato è stato ottenuto mediante un emulatore chiamato Bochs, probabilmente compilato ad hoc per iPhone OS, ed una immagine di Windows 95 originale.

Quelli di GooDiPhone fanno sapere anche che, per effettuare il boot ed ottenere il classico desktop, Windows impiega un tempo che oscilla tra i 5 e i 10 minuti. Effettivamente, dal video si nota una bassa reattività degli spostamenti del puntatore del mouse e tempi di caricamento "biblici" anche solo per visualizzare una finestra. Per questo, il team russo consiglia di utilizzare il più potente iPhone 3GS, recentemente introdotto al WWDC 2009 di giugno.

Nella lista dei sistemi Windows testati dal gruppo spicca anche Windows XP, circa il quale però non è né presente un video né alcun dettaglio tecnico, e quindi non ne conosciamo le prestazioni sullo smartphone di Apple.

Nonostante l'hardware limiti profondamente le prestazioni, questo interessante esperimento dimostra la flessibilità di iPhone OS, un vero e proprio sistema operativo in miniatura. Tuttavia, difficilmente potrete vedere l'emulatore usato da GoodiPhone nell'App Store, in quanto il regolamento imposto da Cupertino agli sviluppatori iPhone vieta lo sviluppo di applicazioni che utilizzino codice sorgente di altri software. Utilizzare Windows (o Linux) nel blindatissimo iPhone resta, per ora, soltanto un miraggio di questa calda estate.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.35 sec.
    •  | Utenti conn.: 114
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.22