Punto informatico Network

Info
Contenuto Default

Come recensire un videogioco

17/08/2007
- A cura di
Zane.
MegaLab.it - Ecco la ricetta per preparare un buon articolo di presentazione di un prodotto videoludico.

Il presente vademecum desidera illustrare con una valenza universale le consuetudini editoriali per realizzare un buon articolo di commento e recensione ad un qualisasi videogioco, sia esso per PC o per console. Mi raccomando comunque di non prendere questa pubblicazione alla lettera, per non creare articoli stereotipati e senza personalità: leggete questo testo un paio di volte, stendete il vostro articolo tenendo a mente le macro-aree da analizzare e quindi ritornate qui, chiedendovi se il vostro testo soddisfa la maggior parte delle domande proposte.

Valutate ogni quesito e chiedetevi se può essere attinente con il prodotto che state esaminando: se non individuate punti di contatto, non esitate ad andare oltre. Ad esempio, criticare la mancanza di multiplayer in Prince of Persia o sottolineare che manca la trama in Unreal Tournament sono osservazioni ben poco pertinenti.

Introduzione

Il produttore è un nome celebre del settore (EA Games, Ubisoft, Atari...)? Se si, ha già realizzato altri titoli simili che ne hanno decretato il successo?

Il prodotto è già disponibile nei negozi oppure è stato solamente annunciato? in quest'ultimo caso, quando arriverà sugli scaffali? È uno di quelli "molto attesi"? ci sono rischi che diventi un vaporware?

C'è qualche curiosità, leggenda oppure "chicca" che valga la pena di raccontare? ad esempio, si narrà che Lara Croft di Tomb Rider dovesse essere originariamente un uomo, ma al disegnatore scivolò il mouse, realizzando curve più interessanti..

Ancora, è un titolo nuovo o un sequel? nel secondo caso, spendiamo qualche riga anche sul gioco originale!

Storia e personaggi

È importante raccontare la storia in modo conciso, facendo bene attenzione a non svelare particolari e colpi di scena che il giocatore scoprirà solo durante il gioco.

Introduciamo inoltre, sempre in modo sintetico, i personaggi principali. Passiamo quindi a rispondere alle domande di rito: si tratta del solito eroe che deve salvare il mondo oppure la storia è innovativa? In caso sia necessario uccidere il solito drago, ci sono elementi che staccano la trama dal filone classico? Se si, sono credibili e ben realizzati oppure è un tentativo vano di dinamicizzare una trama trita e ritrita?

Il giocatore è obbligato a seguire una strada predefinita o alcune azioni comportano una diversa diramazione della trama? ad esempio, se erroneamnete sparo ad un poliziotto, dovrò continuare il gioco braccato dalla polizia o non cambia niente? Se sbaglio la risposta ad un indovinello mi troverò davanti a boss più forti? Se mi mostro magnanimo con la popolazione, questa sarà più generosa nelle raccolte fondi o non cambia niente?

Grafica

È morbida o spigolosa? Gli effetti di luce sono ben realizzati? Le ambientazioni sono credibili? I lineamenti dei personaggi sono ben definiti? Le superfici sono dettagliate o uniformi e poco realistiche? Il gioco utilizza tecniche particolari, ad esempio lo stile "cartone animato"? le texture sono ben disegnate? Gli oggetti utilizzano un numero sufficiente di poligoni?

Sonoro

Le armi sparano in modo realistico? Il rombo del motore è coinvolgente o sembra un motorino smarmittato?

Le musiche diventano più incalzanti durante le scene di azione? ci sono effetti audio poco credibili? I dialoghi come sono? la colonna sonora è adeguata o ci troviamo un pezzo techno durante la seconda guerra mondiale? Il gioco sfrutta tecnologie avanzate (ad esempio EAX o Dolby Digital)?

Giocabilità

Ci sono troppi tasti? Per portare un attacco semplice, devo fare una combinazione impossibile o il controllo del personaggio è semplice ed intuitivo? I comandi sono configurabili a mio piacimento?

Ancora, i "life replenish" sono ben distribuiti ed, in generale, mi trovo davanti ad un gioco che posso considerare "facile" o "difficile"? se il gioco è difficile, la cosa diviene una "sfida" (come ad esempio sopraffare un boss molto forte) o è "frustrante" (come sbagliare un salto in "Tomb Raider")?

Longevità

È uno di quei giochi che una volta finito va dritto dritto nella libreria o ci sono elementi (bonus, time attack, livelli nascosti, livelli di difficoltà aggiuntivi) che potrebbero invogliarmi a giocarci di nuovo? Per quante ore ci impegnerà il prodotto in questione (bastano 10 ore scarse "Prince of Persia Sands of Time" o ci vorrà qualche mese "Baldur's Gate"?)? ci sono speranze che fra sei mesi reinstalli il gioco?

C'è qualche espansione (datadisk oppure mod amatoriali) che potrebbe prolungare l'interesse per il prodotto? Il mod "Matrix" di Quake II ad esempio, ha fatto si che reinstallassi il gioco anche molti anni dopo averlo finito..

Tecnologia

Serve un Pentium 6 con un tera di RAM o...? i requisiti indicati dal produttore sono veritieri oppure no? Su che sistema avete provato il gioco? Sulla vostra macchina, avete rilevato rallentamenti o il gioco gira sempre bene? Fate attenzione soprattutto ai momenti in cui vi sono molti oggetti nell'area visibile contemporaneamente.

Quanto spazio su disco viene occupato? Ci sono problemi durante l'installazione? Il gioco è afflitto da qualche bug particolare? Se si, ci sono notizie di una imminente patch?

Localizzazione

Il gioco è stato tradotto completamente (manuale, dialoghi, menu, testi) o siamo davanti alla versione inglese con i soli sottotitoli in italiano?

Le voci italiane sono fedeli all'originale (alla "Max Paine") o la traduzione italiana ha fatto un massacro (alla "Commandos"!)? notiamo la terribile inflessione dialettale nelle voci italiane o la dizione è corretta?

Elementi di contorno

Il manuale è esaustivo? I filmati di intermezzo hanno una buona qualità (come in "Soldier of Fortune"), sono belli ma troppo compressi (come in "007 NightFire"), sono realizzati "a mo' fumetto" (come in "Max Paine") o semplicemente sono assenti?

La presentazione e la sigla finale sono interessanti (come in "Prince of Persia") o finito il gioco ci troviamo davanti a una stupidaggine senza capo né coda?

Multiplayer

Il multiplayer non è un elemento di contorno, ma una feature indispensabile nei giochi di ultima generazione! È presente? Se si, in che modalità (Deathmatch, (Team) Caputre the flag, resistenza, cooperazione)? Collegarsi ad un server è semplice (alla "Kingpin") o bisogna prima scaricare una infinità di patch, mappe, aggiornamenti, modelli, texture (alla "Quake 2")? Lo spirito originale del gioco è rispettato nel multiplay oppure ci troviamo davanti alla solita rissa da bar in cui basta sparare all'impazzata?

Altre osservazioni

Ci sono inoltre alcune domande che dovrete porvi solamente davanti a certi tipi di gioco. Il pad è supportato? Consigliereste l'utilizzo di un joypad (come in NBA Live) o è superfluo? (naturalmente è un'osservazione fuori luogo qualora stiamo recensendo un FPS!)? ci sono periferiche più idonee di altre?

Ed infine, il gioco è come ce lo aspettavamo? Ci ha delusi? Se ha mancato il bersaglio, quali elementi non ci hanno convinto? Potemmo consigliarlo agli amici? Ci sono alternative sul mercato? Può essere adatto unicamente a particolari fasce di età?

È un titolo che può appassionare il grande pubblico o solamente per patiti del genere?

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

  • Gen. pagina: 0.25 sec.
  •  | Utenti conn.: 70
  •  | Revisione 2.0.1
  •  | Numero query: 18
  •  | Tempo totale query: 0.13