Punto informatico Network

Canali
20080829220820

Lo smartphone che diventa webcam

09/02/2006
- A cura di
Telefonia & Palmari - Gli smartphone e i palmari equipaggiati con Windows Mobile diventano una pratica webcam! Semplice guida pratica per utilizzare questi poliedrici terminali in modo originale.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

smartphone (1) , webcam (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 324 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Assolutamente stupefacente, con questi smartphone oramai si può fare davvero di tutto! Ora addirittura potremo sfruttare la fotocamera digitale dei nostri beneamati cellulari e palmari come webcam! In pochi e semplicissimi passaggi e con l'utilizzo di software assolutamente intuitivi raggiugeremo anche questo traguardo, una funzionalità che si aggiunge alle innumerevoli già presenti che fanno di questi terminali strumenti davvero incredibili e poliedrici. Il nostro test è stato fatto utilizzando un Motorola Mpx220, dotato del sitema operativo Windows Mobile 2003 S.E. Tuttavia l'operazione può essere ragionevolmente compiuta anche con qualsiasi altro smartphone e palmare dotato del sistema operativo di casa Microsoft e di fotocamera digitale. Ma vediamo nel dettaglio cosa ci serve e come agire.

Cosa ci serve?

Prima di cimentarci nell'operazione dobbiamo dotarci di tutto il necessario:

  • dobbiamo aver installato Active Sync sul nostro PC
  • dobbiamo procurarci un software che ci permetta di visualizzare il desktop del nostro smartphone o palmare sul PC (remote desktop), e quindi possiamo utilizzare, Active Sync Remote Display (software gratuito, scaricabile dal sito Microsoft), Pocket Controller Professional (software non gratuito ma molto più performante e migliore dell'altro), oppure qualsiasi altro software magari in vostro possesso che ci garantisca comunque la stessa funzionalità
  • dobbiamo procurarci il software Luminositi SoftCam
  • dobbiamo possedere il cavetto USB per collegare il terminale al PC (per ottenere un collegamento più fluido e veloce), oppure possiamo anche utilizzare il Bluetooth, che risulta sicuramente più comodo e pratico (in questo caso però il collegamento sarà un po' più lento e meno fluido, ma comunque utilizzabile)
  • uno smartphone o palmare con Windows Mobile che abbia integrata la fotocamera o la abbia opzionale (come l'Mpx200 che l'ha opzionale su SD)

Procediamo!

A questo punto possiamo partire e vedrete come le operazioni saranno semplici e immediate: in pochi minuti saremo operativi! Per il mio test ho utilizzato un Motorola Mpx220, il programma Pocket Controller Professional (poiché quello di casa Microsoft è sì gratuito, ma nettamente inferiore graficamente e in termini di velocità e di resa) e ovviamente il programma SoftCam. Se poi esiste un programma che faccia remote desktop anche per il Symbian (non lo conosco, ma credo che ci sia di certo) allora potrete utilizzare anche quegli smartphone come webcam. Vediamo cosa fare, passo a passo:

  • per prima cosa installiamo i programmi scaricati
  • sincronizziamo il nostro palmare o smartphone col PC utilizzando ActiveSync e il collegamento Bluetooth o USB
  • lanciamo il programma per scattare le foto, così da trovarci nella schermata con l'inquadratura del soggetto da fotografare
  • a questo punto lanciamo il programma per il remote desktop e ci troveremo a visualizzare sul PC il desktop del nostro terminale che inquadra l'oggetto da fotografare. Poi se muovete l'obiettivo vedrete che sul PC si vedranno anche questi movimenti, tutto in tempo reale. Nella foto sotto potrete vedere l'interfaccia del programma Pocket controller professional personalizzata per il mio Mpx220
  • Progr_di_remote_desktop.jpg

  • ora lanciamo il programma Softcam, e delle impostazioni di base non dovremo toccare nulla. Il programma si presenta cosi:
  • Softcam.jpg

  • a questo punto avremo sul dektop aperto il programma di remote desktop del terminale e il programma SoftCam con le sue due finestre. Ora, concentrandoci sul programma SoftCam, lo impostiamo in questo modo:

    Live2.jpg

    Da options impostiamo tutto come da foto e ricordiamoci di spostare il pallino in alto a destra da stored a live. In questo modo dovrebbe apparire un quadrato dorato che può essere spostato sul desktop del PC e tutto ciò che sta dentro a quel quadrato viene mostrato in tempo reale nella finestrella del programma SoftCam. Prorpio come vediamo nella foto seguente

  • Live3.jpg

  • a questo punto cerchiamo di riadattare il nostro quadrato dorato alle dimensioni del display del nostro terminale, in modo da ottenere una buona inquadratura di ciò che il programma di remote desktop visualizza sul nostro PC
  • un volta ottenuta una buona inquadratura, e ricordandoci sempre di rivolgere la fotocamera verso il soggetto che preferiamo, siamo pronti per utilizzare il nostro terminale come webcam: infatti l'inquadratura così ricavata (che visualizza in tempo reale il nostro display del telefono che inquadrerà il soggetto) potrà essere utilizzata e sarà riconosciuta come una webcam da ogni programma di instant messaging (Messenger ad esempio) o dalla nuovissima versione di Skype 2.0 che supporta la videochiamata
  • detto questo, non ci resta che aprire il nostro programma con cui desideriamo utilizzare la webcam e settare (nelle impostazioni ad esempio di Messenger) SoftCam che ora dovrebbe apparirvi nelle alternative di webcam disponibili. A questo punto sarete finalmente pronti a potrete iniziare una comunicazione video con i vostri amici! Ruotando poi la fotocamera del telefono in qualsivoglia direzione otterrete sempre un inquadratura in tempo reale dei vari soggetti.

Come potete vedere voi stessi, la prima volta magari ci mettere un po' , ma poi la cosa è davvero semplice e risulterà assolutamente pratica.

Detto questo, desidero ringraziare il mio amico Scialueko di Forumcommunity per la dritta.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.33 sec.
    •  | Utenti conn.: 146
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.11