Canali
20080829215811

Internet Explorer 7

26/11/2006
- A cura di
Zane.
Mondo Windows - Internet Explorer 7 è ormai pronto per l'attesissimo debutto: sono stati fatti passi avanti sul fronte sicurezza? Quali nuove funzionalità vengono offerte? Riuscirà "IE" a mantenere il predominio? analizziamo nel dettaglio la soluzione Microsoft per la navigazione web.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 443 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Ultimata anche la localizzazione in italiano. Il download è gratuito, previa verifica dell'originalità del software. Qualora possibile, l'aggiornamento è vivissimamente consigliato a tutti, anche a chi utilizza browser alternativi.

Articolo aggiornato per riflettere le modifiche ed i bugfix della versione definitiva.

Chi frequenta Rete fin dagli anni'90 avrà sicuramente sentito parlare fino alla nausea della celeberrima "guerra dei browser", ovvero quella sfida commerciale, ormai divenuta parte integrante della storia dell'informatica moderna, che ha visto contrapporsi Netscape Navigator a Microsoft Internet Explorer per il predominio del web. Dopo la vittoria di Internet Explorer sono passati davvero tanti anni senza novità di rilievo, fino a quando un manipolo di utenti volenterosi diede vita al progetto Mozilla ed al celeberrimo Firefox.

Sfruttando la pachidermica lentezza di Microsoft nel reagire (e soprattutto una certa tendenza a sottovalutare i progetti open source) il Panda Rosso è riuscito a strappare una quota di mercato del 15/20%: certo, non si tratta di un successo in termini assoluti (due clienti su dieci è un risultato che farebbe rabbrividire qualsiasi consiglio di amministrazione..) ma contando la posizione di totale supremazia in cui si trovava Microsoft (e ricordando che Internet Explorer è già distribuito assieme a Windows) si tratta pur sempre di un risultato da guardare con interesse. Se è sicuramente prematuro parlare di una nuova guerra fra navigatori web, certo è che siamo di fronte ad un piccolo gruppo "di resistenza" che ci prova.

Questa premessa è fondamentale per capire in quale contesto avvenga la sfida fra la versione tutta rinnovata di Internet Explorer che andremo ad analizzare ora e Firefox 2.0 di cui abbia trattato pochi giorni fa. 1_setup_wizard.gif

Due versioni

Questa settima versione del navigatore Microsoft viene distribuita in due edizioni distinte: una "stand-alone", per Windows XP Service Pack 2, ed una integrata in Windows Vista (denominata inizialmente Internet Explorer 7+, ma poi ribattezzata Internet Explorer in Windows Vista). Le differenze fra le due sono più contenute di quanto si pensava inizialmente, e si concentrano soprattutto nell'ambito security: la versione per Vista utilizza infatti la migliore sicurezza intrinseca del sistema per risultare meno vulnerabile. Presenta inoltre una modalità sicura, in cui il browser può essere eseguito disabilitando tutti gli add-on, non presente nella "versione XP".

In questa nostra prova ci concentriamo sull'edizione pre-Vista, delegando ad un secondo momento ogni considerazione sulla versione "maggiorata".

Download e requisti

Il download, disponibile qui dopo aver superato il controllo di autenticità di Windows, consiste in un archivio completo: finalmente Microsoft ha abbandonato gli installer via web che tanto hanno fatto penare in passato.

Internet Explorer 7 verrà inoltre distribuito da Windows Update come aggiornamento Critical, e quindi installato in modo automatico dal sistema di update integrato in Windows XP (per maggiori informazioni al riguardo rimando alla notizia "IE 7 sarà distribuito automaticamente"). L'installazione automatica dovrebbe iniziare a dicembre 2006.

I requisiti sono abbastanza restrittivi: è richiesto Windows XP con installato il Service Pack 2 oppure Windows Server 2003 con Service Pack 1. L'ancora ampio bacino di utenti dotati di Windows 2000 viene quindi tagliato fuori, così come chi ancora utilizzasse Windows 98/98SE/ME: d'altro canto si tratta di prodotti usciti dal ciclo di supporto Microsoft da tempo / molto tempo e quindi la scelta Microsoft è del tutto comprensibile.

Il navigatore è stato completamente localizzato anche in italiano.

Installazione e primo avvio

L'aggiornamento avviene in modo del tutto indolore: dopo una breve procedura guidata ed un reboot, Internet Explorer 7 è operativo.

Al primo avvio il programma mostra una schermata di configurazione in cui impostare alcune opzioni.

La scelta del motore di ricerca, che consente di importare quello utilizzato in precedenza oppure di selezionarne uno da una lunga lista di alternative. Ancora, l'attivazione del filtro antiphishing per la prevenzione delle truffe on-line. L'abilitazione dei font ClearType dalla leggibilità migliorata, la scelta della regione di appartenenza (per guidare i siti che mostrano contenuti variabili a seconda della lingua del visitatore ad erogare pagine localizzate) ed infine l'adesione al Customer Experience Improvement Program, in cui il navigatore invierà a Microsoft informazioni tecniche sul funzionamento del browser con lo scopo di aiutare il gruppo a rilevare eventuali bug.

2_first_run.jpg

Una nuova interfaccia

Il look & feel visto fino ad IE 6 è stato grossomodo sempre lo stesso delle prime versioni, con semplici variazioni sul tema. Internet Explorer 7 invece propone una interfaccia grafica del tutto rivisitata: meno pulsanti e meno opzioni usate di rado lasciano più spazio alla visualizzazione dei contenuti.

Toolbar.png

Anche la celeberrima barra dei menu è completamente sparita (anche se riattivabile): le stesse funzionalità sono state ora assorbite dalla barra degli strumenti, che propone ora molti più menu a discesa rispetto al passato.

Arriva inoltre anche la barra per le ricerche, personalizzabile senza troppo sforzo con uno qualisasi fra numerosissimi provider, quali ovviamente Google.

Pagine
  1. Internet Explorer 7
  2. Pagina 2
  3. Pagina 3
  4. Pagina 4

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2014 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.12 sec.
    •  | Utenti conn.: 59
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0