Canali
20080829210833

Velocizzare al massimo la connessione a Internet!

10/07/2006
- A cura di
Zane.
Trucchi & Suggerimenti - In un solo registro tutte le modifiche più importanti per navigare alla massima velocità possibile..

Download

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

internet (1) , velocizzare (1) , connessione (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 670 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Ebbene si: non si tratta delle solite fanfaluche che circolano nei sistemi di filesharing, ma vere e proprie modifiche di alcuni paramentri suggeriti da Microsoft stessa. Fateci conoscere le vostre esperienze sul forum dedicato.

Questo trucchetto si applica solamente a Windows 2000, XP, 2003 e successivi. Non è compatibile con Windows 95, 98, ME: se usate ancora uno di questi vecchi sistemi operativi, vi suggeriamo di dare un'occhiata all'articolo dedicato al loro tweaking .

Tutte i comandi descritti sono implementati nel registro "Internet-Veloce" che potete scaricare dalla sezione download.

  • EnablePMTUDiscovery

    Di default, tutte le versioni di Windows utilizzano dimensione dei pacchetti TCP/IP (MTU, maximum transmission unit) prefissate a 576 bytes, indipendentemente da quanto effettivamente la rete possa sorreggere questa misura. Alcuni provider possono però adottare dimensioni dei pacchetti diverse, causando la cosiddetta "frammentazione dei pacchetti TCP/IP", con un notevole calo della velocità e un utilizzo non idoneo delle risorse: grazie a questa impostazione, abilitiamo la rilevazione automatica della dimensione dei pacchetti, evitando la frammentazione e massimizzando la velocità.

    Viene naturale chiedersi perché questa opzione non sia attivata di default...

    Link alla pagina di Microsoft (in inglese)

  • EnablePMTUBHDetect

    Da utilizzare in abbinamento alla precedente, questa impostazione permette di rilevare una eccessiva frammentazione dei pacchetti o l'impossibilità dell'host remoto di gestire pacchetti del tipo inviato: in questo caso il sistema ridimensiona automaticamente i pacchetti a dimensioni più piccole, massimizzando la resa.

    Link alla pagina di Microsoft (in inglese)

  • SackOpts

    Questa opzione è attivata di default, ma la includiamo comunque visto che alcuni dei soliti esperti consigliano di disattivarla.

    Questa funzione permette a chi riceve di notificare a chi invia (il pacchetto Tcp/IP) che da un certo punto in poi la sequenza non è stata ricevuta: grazie a "Selective Acknowledgment (SACK)", chi trasmette potrà ri-inviare i dati partendo dal punto mancante, e non sarà necessario ritrasmettere tutta la sequenza dall'inizio.

    Link alla pagina di Microsoft (in inglese)

  • Tcp1323Opts

    Un settaggio che potenzierà soprattutto le connessioni più veloci, dovrebbe portare vantaggi proporzionali alla larghezza di banda (dovrebbe migliorare più una ADSL che non una ISDN)

    Link alla pagina di Microsoft (in inglese)

  • MaxCacheEntryTtlLimit, MaxSOACacheEntryTtlLimit

    Agiamo sul DNS facendo in modo che gli indirizzi già risolti, cioè trasformati da formato letterale a formato numerico, vengano tenuti in cache più a lungo, evitando di dover ri-interrogare ogni volta il DNS del vostro provider. Attenzione: se avete disattivato il servizio DNS Client come consigliato, potreste doverlo riattivare prima di poter sfruttare questa opzione.

  • DefaultTTL

    Il "Time to Live" determina quanto a lungo un pacchetto possa "vivere" nella rete prima di essere scartato: settare il TTL in maniera corretta non è facile. Se da un lato un valore elevato riduce al minimo il rischio di Timeout, le performance potrebbero essere compromesse: abbiamo quindi modificato il valore di default, 128 secondi, a 200, numero che riteniamo possa essere un buon compromesso.

  • CacheHashTableSize, CacheHashTableBucketSize

    Incrementiamo il numero di righe/colonne nella tabella DNS, permettendo di gestire una cache più ampia e quindi ridurre al minimo il numero di interrogazioni.

    Link alla pagina di Microsoft (in inglese)

    Scarica dalla sezione download: Internet-Veloce

    Come sempre, per i più curiosi, ecco cosa contiene il registro:

    [HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMCurrentControlSetServicesTcpipParameters]

    "EnablePMTUBHDetect"=dword: 00000001

    "EnablePMTUDiscovery"=dword: 00000001

    "SackOpts"=dword: 00000001

    "Tcp1323Opts"=dword: 00000002

    "TcpWindowSize"=dword: 0005ae4c

    "GlobalMaxTcpWindowSize"=dword: 00011a6c

    "DefaultTTL"=dword: 000000c8

    "CacheHashTableSize"=dword: 000000fa

    "CacheHashTableBucketSize"=dword: 0000000f

    [HKEY_LOCAL_MACHINESYSTEMCurrentControlSetServicesDnscacheParameters]

    "MaxSOACacheEntryTtlLimit"=dword: 00000320

    "MaxCacheEntryTtlLimit"=dword: 00003e80.

  • Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

     

    Segnala ad un amico

    Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
    Invia a:
      Aggiungi indirizzo email
      Testo

      megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2014 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

      • Gen. pagina: 0.2 sec.
      •  | Utenti conn.: 61
      •  | Revisione 2.0.1
      •  | Numero query: 19
      •  | Tempo totale query: 0.05