Punto informatico Network

20090304173104_794405008_20090304173033_653954111_rootkit.png

Panda Security: il 23% dei PC protetti è infetto

23/05/2008
- A cura di
Archivio - L'azienda pubblica gli allarmanti risultati della propria ricerca: il 23% dei computer dotati di antivirus aggiornato è comunque infetto.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

security (1) , panda (1) , pc (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 219 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Panda Security ha pubblicato una nuova ricerca dai risultati preccupanti: 23% dei PC domestici dotato di antivirus aggiornato è comunque infetto da malware.

E non va meglio per le aziende, nonostante i cospiqui investimenti: nel 72% dei casi a campione infatti, è stata rilevata la presenza di software nocivo.

I dati sono stati raccolti dalla campagna Infected or Not? promossa da Panda stessa: i PC consumer sono stati esaminati dal già citato Panda ActiveScan, mentre per le rilevazioni corporate Panda ha impiegato tecnici in loco presso le aziende.

Sono stati considerati "infetti" solo i sistemi con malware realmente attivo in memoria e conteggiati come "protetti" solo quei sistemi sui quali fosse presente un antivirus aggiornato con le ultime definizioni disponibili al momento della verifica.

In totale, del milione e mezzo di PC consumer esaminati, il 33% di quelli sprovvisti di antivirus è risultato infetto. Il numero scende di poco considerando invece i PC "protetti" e aggiornati: il 22.97% risultava comunque compromesso.

Infectionrates.jpg

Nelle 25 pagine di cui è composto lo studio Malware Infections In Protected System, Panda Labs spara ad alzo zero contro i vendor di soluzioni antivirali: gli utenti paganti di soluzioni di sicurezza hanno in realtà una protezione parziale, che espone a rischi concreti e, ancor peggio, ad un falso senso di sicurezza. E le tanto millantate "certificazioni" sono in realtà qualcosa di molto più simile ad uno strumento di marketing che non vere "certificazioni di qualità".

D'altro canto, è importante evidenziare anche che solo il 37.45% dei PC analizzati era effettivamente dotato di un antivirus aggiornato e attivo: nel restante 62.55% invece, l'anvirus era obsoleto o del tutto assente.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.24 sec.
    •  | Utenti conn.: 69
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.11